CAMP. ITALIANO SERIE D -GIRONE A ( VENTUNESIMA GIORNATA )

                                      PROSSIMO INCONTRO

                        Vado -  Domenica 26/01/2020 - ore 15:00

                     VADO                                              SANREMESE


         Articolo pubblicato su Sanremesecalcio.it  il 19/01/2020.

Al termine della partita con la Lavagnese, in merito ad alcune voci diffuse da qualche organo di stampa, il Direttore generale della Sanremese Calcio Pino Fava ha rilasciato la seguente dichiarazione: "Il mister Nicola Ascoli non è assolutamente in discussione. La squadra continua a giocare e ad esprimersi come un mese fa, purtroppo in questo momento i risultati non sono dalla nostra parte ma non bisogna mollare. Tutti devono dare di più, anche i giocatori. Il mercato dei Dilettanti si è chiuso a dicembre, la squadra sarà questa fino a maggio. Insieme cercheremo di uscire dal momento difficile."

  CAMPION. ITALIANO SERIE D -GIRONE A ( VENTESIMA GIORNATA )

                   Sanremo -  Domenica 19/01/2020 - ore 15:00

               SANREMESE  0                                    LAVAGNESE  0


Dopo due sconfitte di fila la Sanremese deve a tutti i costi vincere per tornare in carreggiata nella lotta alla promozione diretta. L’avversario è la Lavagnese che staziona in zona playout, ma che è reduce da tre vittorie di fila raccolte contro le più quotate Casale, Ghivizzano e Borgosesia. I bianconeri sono quindi la squadra che al momento è più in crescita di tutte le altre. Al 3’ arriva il primo acuto della Sanremese, con Colombi: il pallone dopo il tiro dell’attaccante attraversa l’area, poi Scalzi, dopo aver provato un cross dalla linea del calcio d’angolo, si ritrova di nuovo la palla sui piedi, ma non controlla bene e la sfera esce sul fondo. Al 4′ la Lavagnese si fa vedere dalle parti di Caruso, ma prima Bregliano e poi lo stesso portiere sventano i tentativi avversari. Dopo una fase molto combattuta e giocata a centrocampo, al 12’ Spinosa prova dal limite dell’area; pallone deviato dai lavagnesi. Sul calcio d’angolo, dopo una carambola, Taddei sfrutta il rimbalzo e sgancia il tiro al volo. Pallone alto. Con il passare dei minuti la gara si addormenta: la Sanremese prova ad attaccare, ma la Lavagnese, chiusa nella propria metà campo, non permette ai biancoazzurri di costruire azioni degne di nota. Di tanto in tanto i bianconeri riescono a ripartire, ma a loro volta le loro conclusioni non sono pericolose. Al 27’ arriva in modo fulmineo un tiro pericolosissimo da parte di Gianmarco Basso: il pallone scheggia il palo alla destra di Caruso. Passano sessanta secondi e, proprio sulla ripartenza, la Sanremese crea le sue azioni più pericolose: Spinosa duetta dopo un calcio d’angolo con Scalzi; il numero 27 mette la palla al centro, che viene intercettata da un difensore avversario, che per poco non la insacca nella sua porta, ma è provvidenziale il grande intervento di Nassano. Sulla ribattuta Taddei prova due volte il tiro, ma l’azione si chiude con un nulla di fatto. Al 29’ un errore della difesa bianconera favorisce l’inserimento di Demontis, che però si fa ipnotizzare dall’uscita del portiere e non riesce a concludere nello specchio. Al 34’ Scalzi prova il tiro da fuori, troppo velleitario. Palla altissima sopra la traversa. Un minuto dopo la Lavagnese si trova in avanti e con il numero 9 Perasso potrebbe trovare il vantaggio, a tu per tu con Caruso. Ma Gagliardini interviene in modo eccezionale e recupera la sfera. Al 41’, dopo una buona azione veloce della Sanremese, Gerace assiste Scalzi al centro dell’area di rigore: il numero 27 colpisce di testa, ma la palla va alta. Il primo tempo si chiude sullo 0 a 0. Una partita da poche emozioni, finora. Le squadre sembrano chiuse e entrambe hanno più paura di subire che voglia di segnare. La seconda frazione sembra essere della stessa pasta della prima: il primo tentativo interessante arriva al 54’ col cross di Maggi per la testa di Gerace; palla largamente fuori misura. Al 56’ Spinosa prova due volte il tiro, ma non ha fortuna. Da evidenziare però l’ottima azione da cui è scaturito il doppio tentativo. Al 63’ Gerace tenta un ottimo cross dalla trequarti, ma il portiere della Lavagnese esce e aggancia il pallone. I matuziani ora hanno notevolmente alzato il ritmo, ma le azioni stentano ad essere concluse in modo preciso o almeno, pericoloso. Al 68’ Spinosa serve al centro Demontis: il centrocampista sardo tira in modo preciso ma debole; Nassano blocca in due tempi. Al 72’ calcio di punizione dal limite per la Sanremese, sulla palla c’è Spinosa; il pallone esce di poco, a portiere battuto, dando dalla tribuna l’illusione del gol. Sanremese a un passo dal vantaggio. I biancoazzurri sono quasi continuamente nella metà campo avversaria: su un ottimo traversone di Maggi, Ponzio sfiora la rete di testa, ma la difesa lavagnese salva a pochi millimetri dal gol. Nei minuti finali ci sono più falli che azioni: le due squadre sono nervose e soprattutto i lavagnesi vorrebbero finire la partita anzitempo, a costo di acquisire un punto che in chiave salvezza sarebbe importantissimo. Purtroppo nei cinque minuti di recupero accordati dall’arbitro Gianquinto non accade nulla: finisce 0-0. Per la Sanremese, ancora a secco di successi nel 2020, dopo due sconfitte consecutive arriva uno scialbo pareggio. Bisognerà subito riprendersi e tornare ai ritmi della prima parte di stagione. La verve vista nella seconda parte del secondo tempo non basta: serve averla per tutti i 90 minuti. Nella prossima gara i matuziani andranno fuori casa, ospiti del Vado.Dopo due sconfitte di fila la Sanremese deve a tutti i costi vincere per tornare in carreggiata nella lotta alla promozione diretta. L’avversario è la Lavagnese che staziona in zona playout, ma che è reduce da tre vittorie di fila raccolte contro le più quotate Casale, Ghivizzano e Borgosesia. I bianconeri sono quindi la squadra che al momento è più in crescita di tutte le altre. Al 3’ arriva il primo acuto della Sanremese, con Colombi: il pallone dopo il tiro dell’attaccante attraversa l’area, poi Scalzi, dopo aver provato un cross dalla linea del calcio d’angolo, si ritrova di nuovo la palla sui piedi, ma non controlla bene e la sfera esce sul fondo. Al 4′ la Lavagnese si fa vedere dalle parti di Caruso, ma prima Bregliano e poi lo stesso portiere sventano i tentativi avversari. Dopo una fase molto combattuta e giocata a centrocampo, al 12’ Spinosa prova dal limite dell’area; pallone deviato dai lavagnesi. Sul calcio d’angolo, dopo una carambola, Taddei sfrutta il rimbalzo e sgancia il tiro al volo. Pallone alto. Con il passare dei minuti la gara si addormenta: la Sanremese prova ad attaccare, ma la Lavagnese, chiusa nella propria metà campo, non permette ai biancoazzurri di costruire azioni degne di nota. Di tanto in tanto i bianconeri riescono a ripartire, ma a loro volta le loro conclusioni non sono pericolose. Al 27’ arriva in modo fulmineo un tiro pericolosissimo da parte di Gianmarco Basso: il pallone scheggia il palo alla destra di Caruso. Passano sessanta secondi e, proprio sulla ripartenza, la Sanremese crea le sue azioni più pericolose: Spinosa duetta dopo un calcio d’angolo con Scalzi; il numero 27 mette la palla al centro, che viene intercettata da un difensore avversario, che per poco non la insacca nella sua porta, ma è provvidenziale il grande intervento di Nassano. Sulla ribattuta Taddei prova due volte il tiro, ma l’azione si chiude con un nulla di fatto. Al 29’ un errore della difesa bianconera favorisce l’inserimento di Demontis, che però si fa ipnotizzare dall’uscita del portiere e non riesce a concludere nello specchio. Al 34’ Scalzi prova il tiro da fuori, troppo velleitario. Palla altissima sopra la traversa. Un minuto dopo la Lavagnese si trova in avanti e con il numero 9 Perasso potrebbe trovare il vantaggio, a tu per tu con Caruso. Ma Gagliardini interviene in modo eccezionale e recupera la sfera. Al 41’, dopo una buona azione veloce della Sanremese, Gerace assiste Scalzi al centro dell’area di rigore: il numero 27 colpisce di testa, ma la palla va alta. Il primo tempo si chiude sullo 0 a 0. Una partita da poche emozioni, finora. Le squadre sembrano chiuse e entrambe hanno più paura di subire che voglia di segnare. La seconda frazione sembra essere della stessa pasta della prima: il primo tentativo interessante arriva al 54’ col cross di Maggi per la testa di Gerace; palla largamente fuori misura. Al 56’ Spinosa prova due volte il tiro, ma non ha fortuna. Da evidenziare però l’ottima azione da cui è scaturito il doppio tentativo. Al 63’ Gerace tenta un ottimo cross dalla trequarti, ma il portiere della Lavagnese esce e aggancia il pallone. I matuziani ora hanno notevolmente alzato il ritmo, ma le azioni stentano ad essere concluse in modo preciso o almeno, pericoloso. Al 68’ Spinosa serve al centro Demontis: il centrocampista sardo tira in modo preciso ma debole; Nassano blocca in due tempi. Al 72’ calcio di punizione dal limite per la Sanremese, sulla palla c’è Spinosa; il pallone esce di poco, a portiere battuto, dando dalla tribuna l’illusione del gol. Sanremese a un passo dal vantaggio. I biancoazzurri sono quasi continuamente nella metà campo avversaria: su un ottimo traversone di Maggi, Ponzio sfiora la rete di testa, ma la difesa lavagnese salva a pochi millimetri dal gol. Nei minuti finali ci sono più falli che azioni: le due squadre sono nervose e soprattutto i lavagnesi vorrebbero finire la partita anzitempo, a costo di acquisire un punto che in chiave salvezza sarebbe importantissimo. Purtroppo nei cinque minuti di recupero accordati dall’arbitro Gianquinto non accade nulla: finisce 0-0. Per la Sanremese, ancora a secco di successi nel 2020, dopo due sconfitte consecutive arriva uno scialbo pareggio. Bisognerà subito riprendersi e tornare ai ritmi della prima parte di stagione. La verve vista nella seconda parte del secondo tempo non basta: serve averla per tutti i 90 minuti. Nella prossima gara i matuziani andranno fuori casa, ospiti del Vado.

           Articolo pubblicato su Sanremesecalcio.it  il 16/01/2020.

Dopo il comunicato del Giudice Sportivo di ieri pomeriggio piuttosto duro per i colori biancoazzurri (4 turni di squalifica a Likaxhiu espulso domenica con la Fezzanese e 2 gare di stop per mister Ascoli), oggi è arrivata una parziale rettifica, anche in seguito all’immediato reclamo inviato prontamente dai legali del club matuziano. La squalifica di Nicola Ascoli (che in effetti domenica era stato solo ammonito dal direttore di gara) è stata annullata per mero errore di trascrizione sul rapporto da parte del Commissario di Campo. Contro la Lavagnese, dunque, l’allenatore della Sanremese sarà regolarmente al suo posto in panchina. Ora la dirigenza resta in attesa per sapere se potrà essere ridotta almeno di un turno la squalifica comminata a Likaxhiu. Nelle prossime ore o nei prossimi giorni si conoscerà l’esito di quest’altro ricorso. La squadra intanto, questo pomeriggio, ha effettuato un’amichevole in famiglia al Comunale. Ascoli ha provato uomini e schemi in vista del match di domenica con la Lavagnese. Mentre Pici e Lo Bosco continuano le terapie e sperano di rientrare in gruppo quanto prima, c’è curiosità per capire come il tecnico sostituirà nello scacchiere tattico l’ex centrocampista del Lanusei, finora uno dei più utilizzati in termini di minutaggio sia in campionato che in Coppa Italia. Diverse sono le alternative a disposizione dell’allenatore che intende tenere tutti sulla corda. Decisivi saranno gli ultimi due allenamenti della settimana, previsti per domani pomeriggio e per sabato mattina.

CAMP. ITALIANO SERIE D -GIRONE A (DICIANNOVESIMA GIORNATA)

                    Sarzana -  Domenica 12/01/2020 - ore 15:00

                FEZZANESE  1                                    SANREMESE  0


Dopo la sconfitta di domenica con la Caronnese, la terza della stagione, in casa biancoazzurra c’è grande voglia di non perdere ulteriormente contatto con la vetta della classifica. Mister Ascoli porta al “Miro Luperi” di Sarzana 20 elementi. Assente l’infortunato Pici, Lo Bosco va in panchina solo per onor di firma. Rispetto alla formazione titolare delle ultime settimane fuori inizialmente Maggi, Demontis e Colombi, in campo dal primo minuto ci sono Manes, Calderone e De Julis. Per l’ex attaccante del Trastevere, arrivato a fine dicembre, è la prima presenza da titolare. Nelle fila della Fezzanese il tecnico Gabriele Sabatini sa che non può più sbagliare. I verdi, dopo un inizio stagione molto positivo, sono in serie negativa e non vincono dal 17 novembre (2-0 sulla Lavagnese), ma arrivano all’appuntamento in piena emergenza: mancano Campagni, Terminello, Mobilio, Cerchi e Cecchetti. Greci, non al meglio, va in panchina, così come Monacizzo che accusa un problema durante il riscaldamento. Esordio dal primo minuto per il giovane portiere classe 2000 Bleve e per i nuovi acquisti Casanova, terzino sinistro classe 2000 ex Chieri e primavera del Livorno, e Brunetti, centrocampista classe ’99 ex Sambenedettese, entrambi ufficializzati dalla società spezzina nella giornata di venerdì. Dopo una fase iniziale di studio, al 13’, quasi al primo affondo, passa la Fezzanese. Gagliardini ferma fallosamente Baudi sulla tre quarti e viene ammonito. Sugli sviluppi della punizione da destra, la palla resta in area della Sanremese, De Julis non riesce a rinviare, Saporiti è il più lesto di tutti e di giustezza batte Caruso. Fezzanese in vantaggio! La risposta della Sanremese tarda ad arrivare. I matuziani cercano di innescare Scalzi e Spinosa per movimentare la manovra offensiva, ma la difesa di casa fa buona guardia. Al 16’ ci prova ancora la Fezzanese con un tiro centrale dalla media distanza di Brunetti, Caruso non si scompone e para sicuro. Alla mezz’ora, sugli sviluppi di un corner, Scalzi entra in area dalla destra e mette in mezzo, ma la sfera sporcata da un difensore spezzino, arriva tra le braccia di Bleve. Tre minuti dopo Baudi ci prova direttamente dalla bandierina con una parabola maligna, Caruso blocca. La gara, dopo un avvio in sordina, si vivacizza con il passare dei minuti. Al 35’ Zavatto, con un retropassaggio azzardato, per poco non combina la frittata e mette nei guai Bleve che non può usare le mani e svirgola con il destro, rischiando l’autogol, per poi rinviare a fatica. Un minuto dopo la Sanremese costruisce l’occasione più nitida per pareggiare: De Julis controlla e si gira bene in area, la sua conclusione di sinistro termina sul fondo di pochissimo. Passano sessanta secondi e ci prova De Martino dai trenta metri con un bel tiro, la palla sfila a lato. Al 44’ seconda occasione da gol per la Sanremese: De Julis tira dal limite, la palla colpisce un difensore dei verdi e finisce sui piedi di Calderone che, tutto solo all’inizio dell’area, controlla e calcia di sinistro a colpo sicuro: il pallone finisce sul fondo ancora una volta per questione di centimetri. Il primo tempo finisce così con la Fezzanese in vantaggio per 1-0, ma il rammarico in casa Sanremese è notevole. All’inizio del secondo tempo Ascoli opera quattro sostituzioni: dentro Maggi, Ponzio, Demontis e Colombi, escono Bregliano, Gerace, Taddei e Calderone. Pronti via, ma la Fezzanese con Baudi si rende subito pericolosissima: il numero 87 entra in area da sinistra, elude l’intervento di Maggi e Manes e calcia a giro, sfiorando il palo con Caruso battuto. Al 48’ Colombi prova a scaldare i motori con un tiro dal limite, la palla si perde sul fondo. Un minuto dopo si accende Scalzi con una bella azione personale, ma la sua conclusione deviata da un difensore di casa finisce fuori e la Sanremese guadagna soltanto un angolo. Il forcing della Sanremese cresce col passare del tempo. Al 56’ Demontis con un tiro cross velenoso dalla destra impegna severamente Bleve che smanaccia sulla traversa. Al 59’ Baudi, Brunetti e Saporiti confezionano un’altra azione pericolosa dal limite, la conclusione di Saporiti non inquadra il bersaglio. Al 72’ la Sanremese resta in dieci: Likaxhiu rimedia un cartellino giallo, protesta e viene espulso. Due minuti dopo Spinosa va via in contropiede dalla tre quarti, entra in area da sinistra, sterza e tira, ma la sua conclusione si perde alta sulla traversa. Al 76’ ultimo cambio per i biancoazzurri: entra Gagliardi, esce De Julis. Al 78’ Diallo soffia palla a Manes al limite dell’area e serve Baudi, l’attaccante calcia a botta sicura, ma la sua conclusione viene contrata in scivolata da Ponzio. Intervento provvidenziale dell’ex terzino dell’Alessandria. All’83’ Gagliardi ci prova per due volte in area, la Fezzanese si salva prima grazie ad una parata d’istinto di Bleve, poi per un intervento sulla linea di un difensore di casa. Nonostante i cinque minuti di recupero, il risultato non cambia più fino al termine. I tre punti per la Fezzanese sono un’autentica manna in un momento delicatissimo. Per la Sanremese è la seconda battuta d’arresto consecutiva. Considerando anche i contemporanei passi falsi di Prato, Lucchese e Casale, certamente, è una giornata da dimenticare e una grande occasione per avvicinarsi alla vetta gettata alle ortiche.

  CAMP. ITALIANO SERIE D - GIRONE A ( DICIOTTESIMA GIORNATA )

                   Sanremo -  Domenica 05/01/2020 - ore 15:00

                SANREMESE  0                                   CARONNESE  1


Dopo la sosta natalizia la Sanremese torna a calcare il Comunale con la voglia e il dovere di vincere per cercare di riprendere il primo posto in campionato. L’avversaria è l’ostica Caronnese, con cui i padroni di casa, nella prima partita del campionato, pareggiarono 3-3 in Lombardia. I rossoblù sono tra l’altro a soli 3 punti dai Matuziani. Nei convocati di mister Ascoli figurano i tre nuovi acquisti del mercato di riparazione: il difensore Ponzio, il centrocampista Maroni e l’attaccante ex Trastevere De Julis. La partita viene tra l’altro trasmessa in chiaro e in diretta da Sportitalia, famoso canale di informazione sportiva nazionale. Nei primi minuti la Sanremese si rende subito pericolosa e al 7′ gli ospiti, dopo un colpo di testa a botta sicura di Colombi su calcio d’angolo, si salvano miracolosamente con l’intervento provvidenziale del difensore Curci. Dopo una fase molto confusa, contraddistinta da molti errori di costruzione, la Caronnese trova il vantaggio al 14’ con il gol di Corno che, lasciato solo in area, approfitta di un errore di posizionamento della retroguardia biancoazzurra e di giustezza trafigge l’incolpevole Caruso. La Sanremese cerca subito il pari ma la difesa ospite è molto attenta e, a differenza di molte altre uscite stagionali, il reparto d’attacco stavolta sembra non avere troppa fantasia. Al 23’ la Caronnese sfiora addirittura il raddoppio con una punizione rasoterra di Sorrentino che esce di poco a lato. La Sanremese, dopo alcuni minuti di scarsa brillantezza, esce fuori dalla sua metà campo, ma il gioco latita e sembra non trovare sbocchi. Al 35’ la Sanremese va vicina al pareggio con il bomber Scalzi ma, sugli sviluppi di una mischia concitata, il campo umido fa scivolare il numero 27, danneggiando la buona esecuzione del tiro che viene murato con affanno dalla difesa rossoblù. Al 38’ ancora Scalzi prova un assolo e scaglia un potente tiro dalla trequarti, che finisce fuori alla destra di Circio. Al 41’ i tifosi di casa recriminano per un sospetto tocco di braccio di un difensore ospite su cross di Maggi, ma l’arbitro Vergaro di Bari lascia correre. Al 45’ su cross di Spinosa il portiere dei rossoblù si fa trovare impreparato e Scalzi cerca di sfruttare l’errore, ma l’intervento dell’ala destra è troppo violento e colpisce lo stesso portiere Circio. Il direttore di gara ferma il gioco e comanda punizione per carica sul portiere. Il primo tempo termina così con la Caronnese in vantaggio per 1-0. Mister Ascoli decide allora di cambiare e nella ripresa getta nella mischia subito Gagliardi e De Julis per Demontis e Colombi. I matuziani entrano in campo con maggiore piglio e spingono sull’acceleratore, tuttavia è ancora la Caronnese al 51′ a sfiorare il bersaglio con un bel destro di Putzolu, Caruso si oppone con determinazione e respinge. Sulla ripartenza biancoazzurra (un’altra volta) l’arbitro non concede il penalty ai matuziani che reclamano per una spinta in area di Silvestre su Spinosa. Lo stesso numero 10, ammonito per proteste, non riesce a darsi pace. Al 60’ Spinosa effettua un pericoloso tiro-cross sul secondo palo, ma nessun compagno si presenta per la deviazione e il portiere Circio blocca la sfera. La Sanremese ora cinge d’assedio l’area avversaria e cerca insistentemente la rete, in particolare con ottimi spunti dei neoentrati De Julis e Gagliardi. Purtroppo, però, la deviazione giusta da parte degli attaccanti di casa non arriva mai e i difensori ospiti sono sempre molto preparati sui cross e sui calci piazzati. All’85’ problemi per il numero 15 della Caronnese, Vernocchi, entrato in campo da poco. Il classe ’98 sembra aver preso una gomitata al collo da parte di Scalzi e resta a terra. Il gioco non riprende per quasi 8 minuti. Il giocatore poi viene sostituito e l’arbitro concede un cospicuo recupero. Al 93’ Spinosa tenta la botta dal lato dell’area di rigore avversaria, ma la sfera termina alta. Un minuto dopo, in seguito ad una grandissima giocata di Gagliardi, Scalzi prova la conclusione sul primo palo, facile preda di Circio. Purtroppo la rete non arriva, e al triplice fischio del direttore di gara chi festeggia è la Caronnese che porta a casa l’intera posta in palio. Con questa vittoria la squadra di Gatti aggancia in classifica proprio i matuziani e il Casale a quota 31 punti, mentre il Prato e la Lucchese, che battono rispettivamente Fossano e Chieri, si staccano rispettivamente a 4 e a 3 punti dai biancoazzurri. L’occasione del riscatto arriva subito tra una settimana, quando la Sanremese farà visita alla Fezzanese. Tutto è ancora in gioco, ma bisogna ripartire immediatamente e dare un preciso segnale al campionato e agli avversari se si vuole andare lontano e continuare a sognare.

            Articolo pubblicato su Sanremesecalcio.it  il 04/01/2020.

La Sanremese Calcio comunica, dopo l’arrivo già annunciato di De Julis nell’ultimo giorno di mercato dei Dilettanti, di aver perfezionato altre due operazioni in entrata con l’apertura del calciomercato delle società professionistiche. Marco PONZIO, classe 2001, difensore, proveniente dall’Alessandria, e Alberto MARONI, classe 2000, centrocampista, proveniente dal Carpi, sono da oggi ufficialmente due nuovi calciatori biancoazzurri. Entrambi hanno sottoscritto un accordo fino al termine della stagione e giungono a Sanremo con la formula del prestito. Marco Ponzio, nato a Collegno il 9 marzo 2001, alto 1.86, è un sinistro naturale che nell’Alessandria ha ricoperto all’occorrenza sia il ruolo di terzino che quello di difensore centrale. Ha scelto la maglia numero 3. Alberto Maroni, nato il 13 agosto 2000, alto 1.75, è un centrocampista centrale. Dotato di buona tecnica, è cresciuto nelle giovanili del Mantova e poi è passato al Carpi. Indosserà la maglia numero 6. Sia Ponzio che Maroni, insieme con l’altro neo acquisto De Julis, saranno disponibili per la gara di domani contro la Caronnese.

COMUNICATO UFFICIALE IRRIDVCIBILI SANREMO DEL 03/01/2020

Il gruppo organizzato Irriducibili Sanremo, preoccupati della lentezza da parte dell'Amministrazione Comunale nel dare inizio ai lavori per l'adeguamento dello Stadio Comunale in vista di una possibile partecipazione della Sanremese al prossimo Campionato di LegaPro ed alla relativa poca chiarezza sulla gestione dello stesso impianto sportivo relativamente alla prossima stagione calcistica, chiedono un incontro con l'Assessore allo Sport Dott. Alessandro Sindoni con l'intento di avere maggiori delucidazioni e garanzie su quanto in oggetto.

 

                    ( pubblicato su SanremoNews il 03/01/2020 )

            Articolo pubblicato su Sanremesecalcio.it  il 24/12/2019.

Regalo di Natale in casa Sanremese, proprio nell’ultimo giorno di mercato. Al rientro dalle festività il tecnico della prima squadra Nicola Ascoli non solo ritroverà ben saldi sotto l’albero, nonostante le offerte ricevute, i pezzi più pregiati della rosa, ma potrà scartare anche un nuovo regalo messogli a disposizione dalla Società. Da ieri sera infatti è ufficiale il trasferimento in biancoazzurro dell’attaccante classe 1993 Andrea De Julis. Nato a Roma il 25 luglio del 1993, 1.83 di altezza per 75 kg, nella prima parte della stagione De Julis ha militato nelle fila del Trastevere (attualmente 5° nel girone G), segnando 6 gol in 14 partite, mentre nello scorso campionato ha giocato nell’Ostiamare totalizzando uno score di 13 segnature. Prima punta molto duttile e poliedrica, è in grado di giocare sia come pivot di riferimento che insieme ad altri compagni di reparto, e fa dell’intensità di gioco la propria arma principale. Caratteristica, questa, che lo porta a spaziare spesso su tutto il fronte offensivo, ma senza privarlo della giusta cattiveria sotto porta, tanto da vantare, fra D e C, una media realizzativa globale di 53 gol in 146 partite. Cresciuto nel settore giovanile dell’Ascoli, in carriera ha indossato maglie prestigiose come quelle, Ascoli a parte, di Vis Pesaro, Nocerina e L’Aquila. Una nuova importante freccia, dunque, per la Sanremese che potrà da oggi contare su un attaccante prolifico, abituato alle battaglie e che, per caratteristiche tecniche, ben si potrà affiancare tatticamente alle altre punte presenti in rosa. Andrea De Julis arriverà a Sanremo il 27 dicembre e si metterà subito a disposizione dell’allenatore per la ripresa degli allenamenti. Nei prossimi giorni verrà comunicata la data della sua presentazione ufficiale alla stampa, alla città e al popolo biancoazzurro.

            Articolo pubblicato su Sanremesecalcio.it  il 23/12/2019.

Dopo la gara di ieri con il Seravezza, il campionato si ferma per la classica sosta in occasione delle vacanze natalizie. I biancoazzurri avranno alcuni giorni di riposo per trascorrere le feste in famiglia con i propri cari e per ricaricare le pile. Taddei e compagni dovranno rientrare in sede venerdì 27 dicembre per poi riprendere il giorno dopo gli allenamenti. Questo è il programma completo previsto dallo staff tecnico in vista della prima di ritorno (5 gennaio, Sanremese – Caronnese al Comunale):

sabato 28 dicembre 2019: allenamento pomeridiano;

domenica 29 dicembre 2019: doppia seduta;

 lunedì 30 dicembre 2019: doppia seduta;

 martedì 31 dicembre 2019: allenamento mattutino;

 mercoledì 1° gennaio 2020: allenamento pomeridiano;

 giovedì 2 gennaio 2020: allenamento pomeridiano;

 venerdì 3 gennaio 2020: allenamento pomeridiano;

 sabato 4 gennaio 2020: allenamento di rifinitura al mattino;

 domenica 5 gennaio 2020: Sanremese – Caronnese

CAMP.ITALIANO SERIE D - GIRONE A (DICIASSETTESIMA GIORNATA)

                   Sanremo -  Domenica 22/12/2019 - ore 15:00

                SANREMESE  1                                   SERAVEZZA  1


Finisce in parità l’ultimo incontro del girone di andata tra Sanremese e Seravezza. Un pareggio che non accontenta certo i padroni di casa, a lungo dominatori del match, ma puniti dagli ospiti proprio nel momento di maggiore pressione. Con questo risultato, la Sanremese arriva al giro di boa del campionato con 31 punti e un prezioso secondo posto alle spalle del Prato che lascia intatte tutte le chances in vista di un girone di ritorno che si annuncia avvincente. L’ultimo atto del 2019, andato in scena a Comunale, vedeva un sostanziale equilibrio nei primi minuti di gara, con i toscani pericolosi al 6′ con Podestà (diagonale respinto da Signorini, schierato al posto dell’infortunato Caruso) e la risposta di Colombi, al quarto d’ora, con un gran tiro dalla distanza che Mazzini deviava in angolo. Con il passare dei minuti, la Sanremese prendeva campo ed il Seravezza rimediava due cartellini gialli, tra il 22′ ed il 30′, prima di capitolare al 33′ quando Scalzi raccoglieva un invitante cross di Spinosa e trafiggeva l’estremo difensore ospite, siglando la sua tredicesima rete in campionato. Il goal metteva le ali alla Sanremese che due minuti dopo si rendeva pericolosa con Spinosa, bravo ad incunearsi nella difesa toscana, ma sfortunato nel perdere l’attimo per il tiro. Il Seravezza si faceva vedere solo con una velleitaria conclusione di Granaiola al 38′ e si andava all’intervallo con i padroni di casa in vantaggio per 1-0. Nella ripresa, non passava neppure in minuto e Colombi, in girata, costringeva Mazzini ad una difficile parata in due tempi. In campo c’era solo una squadra e al 64′ ancora Colombi scaldava le mani al portiere toscano che, un minuto più tardi, bloccava una conclusione di Demontis, giunta al termine di una splendida trama di gioco avviata dal neo entrato Calderone. Sul’azione successiva, la difesa del Seravezza perdeva palla al limite, Colombi cincischiava prima di calciare e serviva Calderone, il cui tiro finiva nelle braccia di Mazzini. Il 2-0 sembrava nell’aria ma, a sorpresa, gli ospiti pervenivano al pareggio (67′) con Bortoletti che in piena area di rigore non lasciava scampo a Signorini. La Sanremese accusava il colpo ed Ascoli provava a dar forza alla fase offensiva inserendo Gagliardi e Pellicanò, tuttavia il Seravezza riusciva a contenere l’assalto dei biancazzurri. Nei minuti finali, il tempo di gioco effettivo era esiguo e ad esultare al triplice fischio finale erano i toscani, soddisfatti di aver strappato un punto sul campo del Comunale. Sempre sul manto erboso di Sanremo si giocherà la prima partita della Sanremese del 2020. Il 5 gennaio, infatti, Taddei e compagni incontreranno la Caronnese, quarta in classifica con 28 punti.

            Articolo pubblicato su Sanremesecalcio.it  il 18/12/2019.

Il Dipartimento Interregionale della LND ha effettuato il sorteggio e ufficializzato gli orari e il calendario delle due semifinali di Coppa Italia di serie D. La Sanremese giocherà la prima gara in casa allo Stadio Comunale contro la Folgore Caratese mercoledì 29 gennaio 2020 alle 14:30. Il ritorno si giocherà in trasferta mercoledì 12 febbraio.

 COMUNICATO UFFICIALE IRRIDVCIBILI SANREMO DEL 18/12/2019

Ebbene si, gli Irriducibili sono di nuovo qui ad invitare la cittadinanza a venire allo stadio a tifare Sanre per l'ennesima volta. Primi in classifica con la possibilità di conquistare il titolo di "campioni d'inverno", titolo che sembra non avere importanza, ma che dimostra comunque che l'ambiente è carico e crede in questa benedetta promozione in LegaPro che inseguiamo da tre anni. Sarà una lotta fino all'ultima giornata e quindi non dobbiamo sottovalutare nessun avversario a partire proprio dal Seravezza. Il nome di questa compagine probabilmente non dice niente a nessuno, non è il Prato o la Lucchese, ma la squadra va seguita in ogni momento, soprattutto come quest'anno che gioca un ottimo calcio rimanendo in corsa in due manifestazioni quali Campionato e Coppa Italia. La Gradinata Nord sta allestendo una colorata coreografia per l'evento e quindi è necessario presentarsi al Comunale in largo anticipo per far si che tutto funzioni a dovere. Queste coreografie costano fatica e soldi e ci vuole l'attiva partecipazione di tutti perché rendano come dovuto. Siamo sempre a parlare delle solite scuse per disertare lo stadio ( partite su sky, pioggia, freddo ecc. ) ma l'emozione che ti da vedere la tua squadra del cuore direttamente dal campo non può essere paragonata con nient'altro. Non è più il calcio degli stadi gremiti degli anni passati, ma a noi non interessa. Noi e voi domenica dobbiamo essere presenti per trascinare i nostri ragazzi al successo, ognuno di noi è un pezzo di Sanre. Forza vecchio cuore biancazzurro!!

               Articolo pubblicato su SanremoNews  il 17/12/2019.

Gli Ultras della Sanremese ancora una volta dalla parte dei più deboli. I “Ragazzi della Gradinata Nord”, in occasione del match di domenica prossima, 22 dicembre, contro il Serravezza Pozzi, organizzano una raccolta fondi in favore del “Centro aiuto alla vita” di Sanremo-Taggia che si occupa della casa d’accoglienza per madri e bambini “Miracolo della Vita” a Taggia. “La Sanre è la nostra grande passione – fanno sapere i tifosi matuziani – e con un piccolo gesto vogliamo dimostrare quanto è grande il cuore biancoazzurro, non solo nel tifo, ma anche nel sociale”. La raccolta fondi avverrà nei pressi del banchetto all’esterno dello stadio. Prima e dopo la partita.

 

  CAMPION. ITALIANO SERIE D - GIRONE A (SEDICESIMA GIORNATA)

                   Verbania -  Domenica 15/12/2019 - ore 14:30

                VERBANIA  0                                     SANREMESE  3


Ultima trasferta dell’anno per i biancoazzurri che nella sedicesima giornata di andata fanno visita al Verbania. Dopo la separazione con il tecnico Sergio Galeazzi i piemontesi, che occupano le zone basse della classifica con 16 punti ma che sono imbattuti da otto turni (2 vittorie e 6 pareggi), presentano in panchina ancora l’allenatore della Juniores Domenico Vono. Nel Verbania assente per squalifica il centrale difensivo Pezzati, rientra Panzani, mentre c’è l’esordio dal primo minuto del neo acquisto Pedrabissi. Nella Sanremese out gli infortunati Pici e Lo Bosco, indisponibili lo squalificato Demontis e Colombi, ancora a riposo dopo il trauma cranico rimediato nel recupero di mercoledì col Prato. Titolare in attacco gioca Calderone. Il primo tiro verso la porta è della Sanremese dopo neanche due minuti: Scalzi ci prova dai venticinque metri, ma la sua conclusione velenosa si perde sul fondo non di molto. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere: al 6’ Gioria va via pericolosamente a Gerace in area, mette in mezzo, Pedrabissi colpisce di testa e Caruso risponde da par suo, alzando la sfera oltre la traversa. Scalzi ci prova nuovamente dal limite al 10’, stavolta il tiro è centrale, Russo blocca. Nonostante il terreno pesante la partita è piacevole. La Sanremese prova a costruire le sue trame, il Verbania si difende e riparte in contropiede. Al 19’ i biancoazzurri hanno un’occasione gigantesca per passare in vantaggio: Scalzi viene atterrato in area sulla destra da Panzani, l’arbitro Bracaccini non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri la conclusione dello stesso Scalzi, però, si stampa sulla traversa a portiere battuto, e sulla successiva respinta del montante Spinosa di testa non riesce ad indirizzare verso la porta. Scalzi non si abbatte e, prima della mezz’ora, si rifà con gli interessi: prima si procura un calcio di punizione dal limite e poi lo trasforma con una parabola maligna che aggira la barriera e non lascia scampo a Russo. Sanremese in vantaggio! Per il numero 27 matuziano è l’undicesimo centro in campionato. Il Verbania accusa il colpo e non riesce a pungere. Prima di andare al riposo Caruso è chiamato solo a respingere al 44’ una conclusione di Pedrassini, il migliore dei suoi. Il primo tempo si chiude così con la Sanremese avanti 1-0. Nella ripresa il primo tiro è di Piraccini al 49’ sugli sviluppi di una punizione, la palla termina alta sulla traversa. Taddei ci prova dai trenta metri qualche minuto dopo, Russo blocca con qualche difficoltà. La Sanremese trova il raddoppio al 56’: al termine di un’azione tambureggiante in area, durante la quale non riescono a piazzare il colpo decisivo prima Fenati e poi Likaxhiu, ci pensa Spinosa, con un tiro a giro dalla sinistra, a trafiggere per la seconda volta Russo. 2-0 per i biancoazzurri e risultato in cassaforte. La Sanremese non è paga e sulle ali dell’entusiasmo dilaga. Al 61’ Bregliano sfonda sulla destra e mette un pallone d’oro in mezzo che Likaxhiu di prima scaraventa in fondo al sacco anticipando il suo avversario. 3-0 Sanremese! Inizia la girandola dei cambi, ma il match ormai è saldamente nelle mani degli ospiti. Al 65’ Maggi rileva Gerace, al 73’ Artiglia entra al posto di Pedrabissi. In precedenza Vono aveva gettato nella mischia Margaroli e Ibe per Sadouk e Fortis. Caruso non corre pericoli. Al 79′ il numero uno biancoazzurro è costretto a respingere in due tempi soltanto una conclusione dai venti metri di Musso. Un minuto dopo entra anche Gagliardi al posto di Spinosa. A tre minuti dal termine c’è spazio anche per Pellicanò che rileva Calderone, e nel recupero per Martini che sostituisce Scalzi. Nonostante i quattro minuti di recupero, non accade più nulla fino al fischio finale. La Sanremese espugna il “Carlo Pedroli” con un netto 3-0. Il Verbania cade dopo otto turni e non riesce a risalire la china in classifica. La squadra di Ascoli porta a casa tre punti importantissimi che le consentono di conservare il primato. Domenica al Comunale, nell’ultima gara dell’anno prima della pausa natalizia, arriva il Seravezza.

CAMPION. ITALIANO SERIE D - GIRONE A (TREDICESIMA GIORNATA)

                                             ( RECUPERO ) 

                 Sanremo -  Mercoledì 11/12/2019 - ore 15:00

               SANREMESE  1                                         PRATO  1


Grazie ad un goal di Scalzi nel finale di gara, la Sanremese mantiene la testa solitaria della classifica, pareggiando 1-1 il big-match (recupero della partita rinviata il 24 novembre) contro il Prato, ora immediata inseguitrice della squadra ligure con un punto di distacco. Sanremese in campo con completo rosso, toscani con completo bianco. Ritmo alto fin dai primi minuti, con il Prato che si fa vedere già al 2’ con un tiro di Kouassi, bloccato da Caruso. La risposta dei padroni di casa arriva all’11 con una progressione di Demontis che conclude la corsa con una conclusione alta nelle braccia di Piretro. Un giro di lancette più tardi è Scalzi a seminare il panico nell’area toscana, il suo tiro è destinato in fondo al sacco, ma Giampà respinge di testa sulla linea. A sbloccare la partita è però il Prato al 16′: punizione dalla trequarti di Mariani, Fanucchi di testa anticipa tutti e infila alla sinistra di Caruso. Il Prato si dimostra avversario ostico e la Sanremese fatica a reagire subito. Ci prova così al 21′ Likaxhiu dal limite, ma la conclusione finisce a lato. Alla mezz’ora è Demontis a tentare nuovamente l’assolo personale, il giovane Piretro blocca con sicurezza. Al 34’ Fanucchi fa nuovamente venire i brividi ai tifosi della Sanremese con un diagonale da posizione defilata che si spegne a lato. A tre minuti dal termine della prima frazione, il Prato si fa ancora pericoloso con Kouassi che calcia debolmente da buona posizione. All’intervallo sono dunque i toscani a tornare negli spogliatoi con un vantaggio di misura. La ripresa si apre con l’ammonizione di Ghini, che rischia subito dopo il doppio giallo. Al 51’ miracolo di Caruso sulla girata aerea di Fanucchi, poi la difesa spazza sul tap-in di Diana. La Sanremese risponde dieci minuti più tardi con un calcio da fermo di Scalzi, bloccato dall’estremo difensore avversario. Con il passare dei minuti, le occasioni da rete, forse complice la stanchezza, iniziano a latitare e prima del rush finale c’è solo da segnalare al 76′ un colpo di testa di Surraco che rimbalza sulla parte alta della traversa. All’80’ proteste in area del Prato per un intervento dubbio ai danni di Likaxhiu. Tre minuti più tardi, insidiosa punizione di Spinosa, deviata in angolo dalla barriera. Sul conseguente corner, Scalzi bissa il colpo di testa della scorsa domenica con un imperioso stacco che non lascia scampo a Piretro. Il goal rianima la Sanremese che, a due giri di lancette dal 90’, vede annullarsi la rete del 2-1 per una posizione di fuorigioco. Negli ultimi minuti il Prato si difende con ordine ed il risultato non cambia più. Nel prossimo turno, i biancazzurri saranno impegnati a Verbania, mentre i toscani ospiteranno il Chieri. La lotta tra le due battistrada continua. Anzi, è solo all’inizio.

  CAMP. ITALIANO SERIE D - GIRONE A ( QUINDICESIMA GIORNATA)

                  Sanremo -  Domenica 08/12/2019 - ore 15:00

                SANREMESE  1                                      FOSSANO  1


Al Comunale di Sanremo va in scena quello che si prospetta un entusiasmante scontro al vertice, che vede contrapporsi due tra le squadre più in forma del campionato: i padroni di casa della Sanremese, al momento con una partita in meno, ma pur sempre in vetta, e i piemontesi del Fossano, forse la più grande sorpresa del girone, essendo stati promossi in Serie D solo nella scorsa stagione. I giocatori sono accompagnati nella loro entrata in campo dai pulcini e dai ragazzi del vivaio della Sanremese. Al 3’ minuto, sugli sviluppi di un calcio di punizione, la Sanremese si dimostra subito pericolosa con un cross sul secondo palo di Bregliano: Colombi aggancia al volo e tira di poco sopra la traversa. Risponde il Fossano al 6′ con una veloce ripartenza guidata dal velocissimo Sangare: il numero 14 dei piemontesi tira a giro ma Caruso salva con un’ottima parata in corner. In un minuto, tra il 12’ e il 13’, la Sanremese ha due grandi occasioni per passare in vantaggio: nella prima Demontis arriva sul vertice destro dell’area di rigore e mette in mezzo un sanguinoso traversone basso: Colombi fa il velo per Spinosa che tira a botta sicura, ma è straordinaria la risposta del portiere fossanese Merlano; nella seconda circostanza, qualche istante dopo, Colombi ha il pallone del vantaggio ma il suo tiro fa la barba al palo. Al 20’ altra grande occasione per Colombi che effettua una mezza rovesciata in area; la palla esce di poco alta sul montante. Dopo questa azione la difesa piemontese sembra imbambolata e Scalzi e Colombi effettuano un ottimo pressing, che chiama molte volte i difensori ospiti all’errore. Ma, tra rimpalli e sfortuna, la rete non arriva. Al 27’ su un gran bel traversone di Taddei Demontis colpisce di testa, Merlano salva in angolo. Al 42’ gol annullato alla Sanremese: Taddei batte un calcio d’angolo, Bregliano insacca di testa, ma la rete viene annullata per carica sul portiere. La prima frazione finisce a reti inviolate, con una Sanremese in totale dominio, sia in fase difensiva che offensiva, e un Fossano chiuso e attendista. Il monologo dei padroni di casa continua anche all’inizio della ripresa. Al 46’ ancora Colombi, su cross di Spinosa, impegna severamente il portiere ospite Merlano che blocca non senza qualche brivido. Al 55’ Spinosa rientra sul destro in area e sgancia un potente tiro sul secondo palo: palla fuori di un pelo. I ritmi sono molto alti e la partita si gioca a centrocampo. La Sanremese è sempre più offensiva, mentre gli ospiti tentano a ripartire. Nonostante i numeri siano largamente dalla parte della Sanremese, a sorpresa il Fossano riesce ad andare in vantaggio al 62’ con Romani. Duro colpo per la Sanremese, che ora deve rimontare. Non c’è però nemmeno il tempo di pensare allo svantaggio che la Sanremese si sveglia un minuto dopo e su un cross di Gerace, imbeccato da Spinosa, il bomber Pippo Scalzi di testa, sottomisura, insacca il pallone del pari. Al 79’ la Sanremese arriva ad un passo dalla rimonta completa: Scalzi effettua un pregevole assist al volo: la palla arriva a Colombi, che scambia con Calderone; davanti la porta sguarnita Spinosa ha l’occasione per chiudere i giochi, ma il tiro del numero 10 è troppo debole e Merlano aggancia miracolosamente una palla che sembrava destinata abbondantemente in fondo al sacco. I biancoazzurri cercano in tutti i modi di trovare il gol del vantaggio, ma l’imprecisione e la pressione della difesa avversaria hanno la meglio sulla grinta e sulla voglia dei tre punti dei biancoazzurri. Al 92’ Scalzi ci prova ancora su calcio di punizione dai trenta metri: palla sopra l’incrocio. Un minuto dopo il numero 27 aggancia, cambia piede illudendo la difesa e sgancia una mina potentissima; il tiro fa rabbrividire i tifosi ospiti, ma il pallone esce di un soffio e sancisce la fine del match. La Sanremese chiude la gara comunque da capolista, vista la sconfitta del Prato; proprio i toscani saranno i prossimi avversari nel recupero della 13esima giornata che si terrà mercoledì 11 dicembre al Comunale con inizio alle ore 15.

         Articolo pubblicato su SanremeseCalcio.it  il 06/12/2019.

La Sanremese Calcio comunica di aver risolto consensualmente il contratto con il portiere Andrea Morelli. Il calciatore stamattina ha già lasciato la città matuziana e da oggi è libero di accasarsi in un altro club. La Sanremese augura a Morelli le migliori fortune professionali e lo ringrazia per la professionalità e la dedizione con cui in questi due anni ha vestito la maglia biancoazzurra. La Sanremese Calcio comunica di aver raggiunto l’accordo con il portiere Alessandro Signorini, proveniente dal Ghivizzano. Nato il 16 agosto del 1999, origini toscane, Signorini è cresciuto nelle giovanili del Livorno e del Tuttocuoio. Prima di difendere i pali del Ghivizzano, ha giocato sempre in serie D nel Gozzano, nel Delta Rovigo e nel San Donato Tavarnelle. Signorini oggi ha svolto il suo primo allenamento con i suoi nuovi compagni. 

 COMUNICATO UFFICIALE IRRIDVCIBILI SANREMO DEL 05/12/2019

Gli Irriducibili Sanremo chiamano a raccolta il tifo biancazzurro per le due prossime sfide che attendono la Sanremese. Domenica al Comunale è di scena il Fossano, attualmente terza forza del campionato, che dista un solo punto dai matuziani, mentre mercoledì 11 dicembre, per il recupero e sempre a Sanremo, dovrà passare il forte Prato che occupa attualmente la prima posizione assieme alla compagine biancazzurra. Sarebbe superfluo aspettarsi uno stadio gremito per entrambe le partite, ma lo sappiamo, Sanremo è Sanremo nel bene e nel male, e quindi siamo qui, come di consueto, a fare appelli ai tifosi e alla cittadinanza per far diventare il pubblico il dodicesimo uomo in campo. Occasioni come queste non si ripetono facilmente e quindi niente scuse, la passione passa per il campo e non per la televisione. Buttate telecomandi e pantofole e dirigetevi al Comunale per incitare la nostra amata squadra, perché il pubblico di Sanremo quando vuole sa farsi sentire come già ripetutamente dimostrato in passato. Vogliamo riassaporare la grande gioia di Domenica scorsa, quando abbiamo vinto il Derby contro il Savona tra tanta passione, freddo, vento e pioggia. Noi ci siamo, carichi come non mai, la squadra viaggia a gonfie vele tra coppa e campionato......... vi aspettiamo quindi numerosissimi nel nostro glorioso Comunale per trasformare una settimana anonima in un trampolino verso la storia. Forza Sanre sempre!!!!

 

                   COPPA ITALIA SERIE D - ( QUARTI DI FINALE )

                  Seravezza -  Mercoledì 04/12/2019 - ore 15:30

                SERAVEZZA  1                                    SANREMESE  1 

                                    ( 3-4 dopo i calci di rigore )


Allo stadio “Buon Riposo” va in scena l’atteso match dei quarti di finale di Coppa Italia di serie D tra il Seravezza Pozzi e la Sanremese. Tra i toscani esordio in attacco dal primo minuto per il neo acquisto Domenico Vitiello, ex di turno. Non ce la fa Bedini a causa di un problema alla caviglia, il centrocampista parte dalla panchina. Nella Sanremese restano a casa l’infortunato Pici e lo squalificato Demontis, insieme a Morelli, Manes e Bellanca. Spazio ad un po’ di turn over: rispetto alla formazione base degli ultimi tempi in campionato dentro dall’inizio Scarella, Calderone e Fenati. Maglia da titolare anche per l’ultimo arrivato Gagliardi che aveva già esordito domenica negli ultimi minuti del derby di Savona. Nel primo tempo la gara è molto combattuta. Dopo una prima iniziativa di Scalzi, passa subito in vantaggio all’11’ il Seravezza con Bongiorni. La Sanremese non ci sta e cerca prontamente di trovare il pareggio, ma i matuziani devono stare attenti perché Grassi al 21’, per poco non trova il gol del raddoppio. I biancoazzurri non demordono e proprio sul finale del tempo trovano il pareggio con uno spunto del giovane Calderone. La ripresa si apre con le prime mosse degli allenatori. Nella Sanremese al 57’ Maggi e Likaxhiu rilevano Scarella e lo stesso Calderone. Nei primi venti minuti della seconda frazione, tra il 50’ e il 68’, i verdeazzurri sfiorano per due volte la rete con Bongiorni e il neo entrato Frugoli che al 66’ prende il posto di Vitiello. Mister Ascoli prova a vincere la partita e inserisce anche Spinosa e Lo Bosco per Gagliardi e Fenati. Nel Seravezza entra invece Podestà per l’ottimo Bongiorni e poi nel finale c’è spazio anche per Lucaccini e Marinai per Bortoletti e Maccabruni. Nonostante i quattro minuti di recupero, il risultato non si sblocca. Finisce 1-1. Per la terza volta su quattro gare in questa edizione della Coppa Italia i biancoazzurri si giocano il passaggio del turno ai calci di rigore. Dal dischetto succede di tutto: sbagliano Granaiola, Colombi, Lo Bosco e Marinai, Scalzi no e si va ad oltranza. Altro errore clamoroso di Giordani che manda il pallone sul palo. Bregliano invece è freddissimo e non fallisce il tiro decisivo. La Sanremese va in semifinale dove affronterà nella doppia sfida, il 29 gennaio e il 12 febbraio 2020, la Folgore Caratese che ha superato 2-1 l’Union Feltre.

 CAMP. ITALIANO SERIE D - GIR. A ( QUATTORDICESIMA GIORNATA)

                    Savona -  Domenica 01/12/2019 - ore 14:30

                  SAVONA  1                                      SANREMESE  2


Clima invernale al Bacigalupo che apre i battenti per la prima volta in questa stagione: piove a dirotto e fa abbastanza freddo. Il campo però è in discrete condizioni, almeno all’inizio della gara. Il Savona arriva al derby col morale a mille dopo la vittoria di Ligorna. Assenti Fricano e Tripoli. Nella Sanremese non c’è l’infortunato Pici. Torna titolare dal primo minuto Lo Bosco, il nuovo acquisto Gagliardi parte dalla panchina. La gara inizia su ritmi altissimi: le due squadre si aggrediscono fin dalle prime battute. Il primo tiro degno di nota è del Savona al 10’ con Siani, Caruso blocca senza problemi. Un minuto dopo ci prova dalla destra Giovannini, la palla termina sul fondo non di molto. La Sanremese risponde al 23’: Spinosa lavora un pallone sulla sinistra e serve Taddei, il capitano controlla e dal limite, in posizione centrale, lascia partire un bolide che sfiora il palo alla destra del portiere per questione di centimetri. Il match si sblocca al 31’: Scalzi fa partire un contropiede fulmineo, Lo Bosco mette Spinosa a tu per tu con il portiere, il numero dieci biancoazzurro dribbla Vettorel e, nonostante il ritorno dell’estremo difensore, deposita la sfera nella porta sguarnita. Sanremese in vantaggio! La reazione del Savona non si fa attendere: passano dieci minuti e gli striscioni, oggi in maglia gialla, pareggiano: calcio di punizione da metà campo di Albani, la palla spiove nel cuore dell’area, Ghinassi anticipa tutti di testa e fa secco Caruso. Savona – Sanremese 1-1. L’ultima emozione della prima frazione è ancora di marca savonese: Giovannini di testa, spostato sulla destra, impegna da pochi passi Caruso, la palla velenosa viene deviata in angolo dal portiere matuziano. Il secondo tempo si apre con i fuochi d’artificio: il Savona al 48’, dopo un paio di cross pericolosi dalla destra e dalla sinistra con relative mischie in area, colpisce il palo con Siani in acrobazia, la difesa biancoazzurra si salva. Due minuti dopo vengono espulsi per proteste dalla panchina il tecnico in seconda della Sanremese Correale e il mister del Savona De Paola. Al 53’ Castellana, non al meglio, è costretto a uscire; al suo posto entra David. Un minuto dopo Scalzi penetra in area dalla destra e semina il panico nella retroguardia savonese, ma la sua conclusione si perde sul fondo. Al 60’ ci prova ancora il Savona: Disabato tira dalla sinistra, respinge Caruso, sulla palla irrompe Siani, ma la sua conclusione viene rimpallata da Maggi e Caruso si salva ancora. Al 61’ esce Likaxhiu, dentro Calderone. Tre minuti dopo nel Savona prima Obodo rileva D’Ambrosio, poi Amabile prende il posto di Buratto. Al 70’ mentre l’intensità della pioggia aumenta sempre di più, come un lampo, arriva il secondo gol della Sanremese. L’azione è fulminea: Lo Bosco si accentra e taglia per Spinosa, il numero dieci va via sul filo del fuorigioco e con un bel tiro che si insacca a mezz’altezza trafigge Vettorel. Per il centrocampista laziale è il secondo gol in una giornata da ricordare. Tra il 75’ e il 77’ entrano Fenati e Mehic, escono Scalzi e Albani. Al Savona al 76′ viene annullato un gol per sospetta posizione di fuorigioco ad Amabile, sulle proteste dei padroni di casa l’arbitro Castellone è irremovibile. All’87’ ci prova ancora Siani dal limite, la sua conclusione si perde sul fondo. Mister Ascoli opera nel finale altre due sostituzioni: entrano Gagliardi e Colombi, escono Spinosa e Lo Bosco. Il Savona ci prova ancora nel recupero, ma il risultato non cambia. La Sanremese, espugna il Bacigalupo, si aggiudica il derby e continua la sua corsa. Tre punti fondamentali per i matuziani che mercoledì saranno di nuovo in campo a Seravezza per i quarti di finale di Coppa Italia.

           Articolo pubblicato su SanremeseCalcio.it  il 27/11/2019.

Il Dipartimento Interregionale della LND, in seguito ad accordi intercorsi tra i club, ha ufficializzato le date e gli orari dei prossimi impegni della Sanremese. Seravezza Pozzi – Sanremese, gara valida per i quarti di finale di Coppa Italia di Serie D, si giocherà mercoledì 4 dicembre allo stadio 'Buon Riposo' di Seravezza, con inizio alle ore 15:30. Sanremese – Prato, recupero della tredicesima giornata di campionato, si giocherà invece mercoledì 11 dicembre, con inizio alle ore 15:00.

           Articolo pubblicato su SanremeseCalcio.it  il 26/11/2019.

Primi movimenti di mercato in casa biancoazzurra. Giorgio Gagliardi, centrocampista offensivo, classe 1994, è un nuovo giocatore della Sanremese. Il calciatore rientra alla base dopo aver disputato la prima parte della stagione in prestito al Vado (10 presenze, 2 gol). Contestualmente saluta i compagni e i tifosi matuziani l’attaccante Domenico Vitiello. Il calciatore ha risolto consensualmente il contratto con il club e nei prossimi giorni sarà libero di legarsi ad un’altra squadra. A Vitiello vanno i più sinceri auguri da parte della dirigenza per il proseguimento della sua carriera. Gagliardi ha svolto oggi il primo allenamento insieme con il resto della rosa.

CAMPIONATO ITALIANO SERIE D-GIR. A ( TREDICESIMA GIORNATA)

                             RINVIATA PER ALLERTA METEO

                 Sanremo -  Domenica 24/11/2019 - ore 15:00

                  SANREMESE                                           PRATO


           Articolo pubblicato su SanremeseCalcio.it  il 23/11/2019.

In seguito al prolungamento dell’Allerta Rossa fino alle 15 di domani, la Sanremese Calcio comunica che la gara con il Prato, su disposizione del Dipartimento Interregionale della LND, è stata rinviata a data da destinarsi. I motivi vanno ricercati nell’impossibilità di usufruire fino alle 15 dello stadio Comunale e nella difficoltà, a causa del forte maltempo, da parte del Prato di raggiungere la città di Sanremo.

           Articolo pubblicato su SanremeseCalcio.it  il 21/11/2019.

Il Dipartimento Interregionale della L.n.d. ha disposto per sorteggio che la gara tra Asd Seravezza Pozzi Calcio e Sanremese Calcio, valida per i quarti di finale di Coppa Italia di serie D, si giocherà mercoledì 4 dicembre 2019 allo stadio “Buon Riposo” di Seravezza, con inizio alle ore 14:30.

Gli Irriducibili Sanremo esprimono il loro dolore per la prematura scomparsa, a soli 5 anni, della piccola Victoria, figlia del calciatore Michael Cruciani in forza alla Lucchese. In questi terribili momenti non contano più colori, non contano più simboli. Alla famiglia le nostre più sentite condoglianze.

 

           Articolo pubblicato su SanremoNews  il 20/11/2019.

In vista dello scontro al vertice con il Prato, la società biancoazzurra ha in cantiere diverse iniziative per invogliare la gente a venire allo stadio. Domenica le due squadre saranno accompagnate all’ingresso in campo da alcuni ragazzi del settore giovanile. Le squadre, i tecnici e i dirigenti del vivaio matuziano saranno presenti al gran completo in Gradinata. Per far sentire il calore della città ai ragazzi di mister Ascoli, la Sanremese apre le porte dello stadio Comunale anche a tutte le società sportive, non solo calcistiche, di Sanremo: tutti i tesserati fino ai 14 anni entreranno gratis, gli altri ed eventuali accompagnatori potranno acquistare il biglietto di Gradinata a soli 5 euro, come da prevendita presso gli esercizi convenzionati. I dirigenti delle società che intendono aderire dovranno recarsi sabato mattina, dalle 10 alle 12, presso la segreteria dello stadio Comunale con un apposito elenco dei nominativi e la relativa quota per ritirare i tagliandi. Si invitano tutti i tifosi che hanno a cuore le sorti della Sanremese a venire allo stadio con una sciarpa, una maglia o una bandiera per colorare di biancoazzurro il Comunale e per rinverdire i fasti di un tempo. Intanto, questo pomeriggio la Sanremese ha ripreso la preparazione in vista della gara di domenica prossima con il Prato. La squadra si è ritrovata al Comunale e poi ha svolto la seduta a Santo Stefano al Mare. L’allenamento, dopo una fase di riscaldamento e un torello a metà campo, è stato completamente dedicato alla parte atletica. Unico assente il difensore Klajdi Pici che rientrerà soltanto giovedì dopo gli impegni con la Nazionale Albanese Under 19.

 COMUNICATO UFFICIALE IRRIDVCIBILI SANREMO DEL 19/11/2019

Ormai ci siamo. Mancano pochi giorni al tanto atteso big-match tra Sanremese e Prato, le due compagini che, assieme alla Caronnese, occupano il primo posto nel Campionato di Serie D - Girone A. L'obiettivo per i biancazzurri deve essere solamente la vittoria per dare un messaggio forte alle nostre avversarie e proseguire la striscia positiva dell'ultimo periodo. Domenica pertanto dobbiamo essere più che mai vicini alla nostra squadra per continuare a credere in un sogno che si può finalmente realizzare. I pratesi dovrebbero giungere in città numerosi, o almeno è quello che ci si aspetta vista l'importanza dell'incontro. Noi domenica dobbiamo essere il dodicesimo uomo in campo senza se e senza ma, il Comunale non deve essere territorio di conquista come già successo in questo campionato. La Gradinata Nord chiama a raccolta tutta la tifoseria biancazzurra affinché questa possa diventare una di quelle domeniche da tramandare ai posteri. Chiediamo a tutti, pertanto, di presentarsi al campo almeno mezz'ora prima dell'inizio della gara, onde permettere di realizzare una degna coreografia che è attualmente in fase di preparazione. Il nome Prato accende inevitabilmente nei nostri cuori indimenticabili ricordi legati a quel lontano 9 giugno 1979 quando la nostra Sanre vincendo nettamente 3 a 0 raggiunse l'incredibile traguardo della Serie C1. Ma oggi è il momento di non vivere più soltanto di ricordi ma, di riscrivere la storia di una società che è rimasta fin troppo tempo ai margini del calcio che conta. Da Sanremo non si passa! Forza vecchio cuore biancazzurro!