CAMPION. ITALIANO SERIE D-GIRONE A ( SEDICESIMA GIORNATA )

                                         PROSSIMO INCONTRO

                    Fossano - Domenica 24/01/2021 - ore 14:30

                   FOSSANO                                          SANREMESE 


  CAMPI. ITALIANO SERIE D-GIRONE A (QUINDICESIMA GIORNATA)

                 Sanremo - Mercoledì 20/01/2021 - ore 15:00

               SANREMESE  1                                         VADO  0    


Esordio casalingo per mister Andreoletti dopo il pareggio di Imperia. Il tecnico bergamasco conferma l’undici del Ciccione. Panchina per Ponzio che rientra dalla squalifica. Assenti Fenati, espulso contro i nerazzurri, e gli infortunati Gennaro e Pellicanò. Nel Vado, penultimo in classifica e seconda peggior difesa del girone dopo il Fossano, in panchina al posto di Tarabotto c’è il suo vice Francomacaro. Prima volta da ex per l’ex capitano biancoazzurro Max Taddei. Due ex rossoblù nelle fila della Sanremese, Castaldo e Gagliardi. La Sanremese, oggi in maglia verde, inizia all’attacco ma il Vado chiude bene ogni spazio e non corre pericoli. Anzi, i rossoblù, un punto nelle ultime quattro partite, timidamente non disdegnano qualche trama offensiva. Al 5’ ci prova Corsini con un tiro dal limite, palla alta. Al 15’ punizione di Taddei, testa di Tissone, fuori. La prima azione degna di nota della Sanremese arriva al 18’: rimessa lunga di Pici, Diallo si libera di un avversario, la palla arriva in area a Demontis che conclude con il destro ma non inquadra la porta. Al termine dell’incursione di Demontis, Diallo, che già in precedenza aveva accusato qualche problema, rimane a terra ed è costretto ad uscire. Al suo posto entra Murgia. Al 30’ punizione dal limite di Taddei, il tiro troppo centrale viene parato da Dragone. Al 34’ Bregliano crossa da sinistra, Romano colpisce di testa, Luppi respinge. Tutto qui il primo tempo. L’inizio della ripresa è pirotecnico. Dopo un minuto Gemignani scodella in area per Gagliardi, palla in mezzo, nell’area piccola Romano, ben appostato, non ci arriva per questione di centimetri. Al 48’ però l’attaccante si riscatta: cross di Demontis da destra, Romano con una zampata delle sue trafigge Luppi e va a raccogliere l’abbraccio dei compagni. Sanremese in vantaggio! I padroni di casa, non paghi, continuano a spingere. Al 51’ angolo di Murgia, testa di Mikhaylovskiy, palla fuori di pochissimo. Sul capovolgimento di fronte Corsini dal limite lascia partire un destro velenoso che termina sul fondo facendo correre un brivido ai ventidue in campo. Al 53’ lo stesso Corsini, uno dei più attivi dei suoi, crossa al centro, testa di Lala, para Dragone. Al 57’ un’intuizione di Pici mette Romano in area in buona posizione davanti a Luppi, l’attaccante però non riesce a concludere, poi si accende una mischia e anche a Gagliardi non riesce il colpo risolutore. Romano realizza il bis al 60’, ma stavolta l’arbitro annulla per fuorigioco. Inizia il valzer delle sostituzioni: al 68’ Ponzio rileva Gerace. Lo stesso Ponzio, due minuti dopo, innesca Murgia sulla sinistra, il trottolino sardo si accentra e calcia verso la porta, la mira è imprecisa. Al 74’ Romano lascia il campo, al suo posto entra Lo Bosco. Nel finale, mentre la gara sembra scivolare via senza particolari sussulti, sale in cattedra l’arbitro Rispoli che espelle per doppia ammonizione prima Pici all’84’, poi Demontis all’87’, entrambi rei di due interventi scomposti e ritenuti pericolosi ai danni degli avversari. La Sanremese chiude così in nove. Il Vado tuttavia non riesce a creare pericoli e si fa vedere solo ad un minuto dal termine in area matuziana con Tissone, il cui colpo di testa termina fuori. Il forcing dei rossoblù anche nei minuti di recupero non produce nulla. Finisce 1-0 per la Sanremese che torna a vincere al Comunale dopo tre mesi. L’ultimo successo infatti risaliva al 18 ottobre (2-0 sul Borgosesia). I tre punti riavvicinano i ragazzi di Andreoletti alla zona play off. Domenica si va in Piemonte: avversario di turno il Fossano.

  CAMP. ITALIANO SERIE D-GIRONE A (QUATTORDICESIMA GIORN.)

                     Imperia - Domenica 17/01/2021 - ore 15:00

                  IMPERIA  1                                     SANREMESE  1     


Grande attesa al Ciccione per un derby che torna in serie D dopo 14 anni. L’ultima volta in quarta serie si giocò il 7 ottobre del 2007 e la gara terminò 0-0. Esordio assoluto sulla panchina biancoazzurra per mister Andreoletti che sfida l’ex trainer matuziano Alessandro Lupo, già affrontato e battuto due stagioni fa quando il tecnico bergamasco guidava l’Inveruno. Andreoletti non stravolge la formazione base e si affida ai titolari che fino a questo momento della stagione hanno fornito le maggiori garanzie. Assente Ponzio per squalifica, torna dal primo minuto sulla corsia mancina Gerace. A centrocampo conferma per il giovane Miccoli, in attacco ci sono Diallo e Romano. Ancora panchina per capitan Lo Bosco. Fuori per problemi fisici Gennaro e Pellicanò. Tanti gli ex biancoazzurri nelle fila dell’Imperia: Calderone, Capra, Martelli, Minasso, Sancinito e Travella. L’avvio è di marca imperiese. I nerazzurri si fanno vedere al 7’ con un tiro di Capra dal limite, Dragone mette in angolo. Sugli sviluppi del corner Sancinito ci prova direttamente dalla bandierina, Dragone respinge di pugno con qualche affanno. Al 9’ ci prova ancora Capra, Dragone blocca. La risposta della Sanremese arriva al 12’ con un tiro di Gemignani fuori di poco, poi l’Imperia costruisce altre due occasioni: al 19’ un tiro di Gnecchi termina fuori di un soffio; al 27’ Cassata si rende protagonista di una bella incursione sulla destra, il suo tiro viene parato da Dragone. La Sanremese osserva gli avversari sorniona, controlla e trova il vantaggio al 32’: tiro di Diallo dal limite, Dani non trattiene, arriva come un falco Romano che scaraventa in rete. Imperia – Sanremese 0-1! Per l’ex Notaresco è il sesto centro in campionato. Romano, incontenibile, due minuti dopo trova addirittura il raddoppio, ribadendo in rete di petto un cross di Gagliardi dalla sinistra, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. L’Imperia accusa il colpo, il finale della prima frazione è tutto di marca matuziano. Al 43’ calcio di punizione dal limite per la Sanremese: Gagliardi tocca per Mikhaylovskiy, il bolide del difensore russo viene respinto da Dani, la difesa libera, poi ci prova Bregliano da lontano, para Dani. Al 46’ Gagliardi pesca Diallo tutto solo in area, il tiro dell’attaccante liberiano deviato da Virga fa la barba al palo e termina in corner. Che occasione! Il primo tempo si chiude con la Sanremese avanti di un gol, ma visto l’ultimo quarto d’ora di gioco, forse il punteggio sta anche stretto ai biancoazzurri. Nella ripresa al 51’ si rifà viva l’Imperia: angolo di Sancinito, inserimento di De Bode, palla fuori non di molto. Al 55’ Pici perde palla in uscita, riparte Capra che arriva ai trenta metri e tira, ma la sua conclusione si perde alta sulla traversa. Un minuto dopo ci prova Gagliardi dal limite, il pallone sfila via sul fondo. Proteste dei padroni di casa al 59’ per un tocco in area sospetto di Bregliano, l’arbitro lascia correre. Al 62’ prima sostituzione per la Sanremese: fuori Pici, dentro Scarella. Al 63’ l’Imperia va vicina al pareggio: Capra crossa dalla sinistra, Gagliardi anticipa Malltezi sulla linea di porta ed evita guai peggiori. Il gol dei nerazzurri è nell’aria e arriva al 65’ proprio grazie a Capra che dal limite con un tiro chirurgico fulmina Dragone. Imperia – Sanremese 1-1. Mister Andreoletti corre ai ripari e inserisce prima Lo Bosco al posto di Diallo, poi cinque minuti dopo Fenati per Gemignani. Al 73’ punizione dal limite per l’Imperia, sulla palla c’è lo specialista Sancinito. Il tiro del centrocampista supera la barriera e termina a lato non di molto. Al 74’ clamorosa occasione gol per l’Imperia: Capra entra in area e crossa dalla sinistra, il colpo di testa di Donaggio si stampa sul palo, poi Dragone blocca la sfera sulla linea tra le proteste dei padroni di casa. Secondo l’arbitro però si può continuare. Al 76’ Lo Bosco si fa vedere con un tiro dal limite, nessun problema per Dani. Tre minuti dopo un tiro cross sempre di Lo Bosco da sinistra prima accarezza la traversa, poi attraversa tutta l’area di rigore senza trovare nessuno pronto ad intervenire. All’85’ Bregliano perde palla in uscita a centrocampo, Fenati già ammonito commette un fallo tattico e rimedia il secondo giallo: cartellino rosso per lui e Sanremese in dieci. All’87’ ci prova ancora Lo Bosco dal limite dell’area sulla destra, tiro a giro, blocca a terra in volo plastico Dani. L’iniziativa dell’attaccante siciliano è l’ultima emozione del match che dopo tre minuti di recupero termina così con un pareggio proprio come 14 anni fa. La Sanremese ora tornerà di nuovo in campo mercoledì al Comunale per affrontare il Vado.

           Articolo pubblicato su SanremeseCalcio.it il 12/01/2021.

La Sanremese Calcio comunica di essersi assicurata le prestazioni sportive per la stagione 2020/21 del portiere Simone Giletta, classe 2002. Nato a Carmagnola, in provincia di Torino, il 27 giugno 2002, fisico imponente (1.95 x 90 kg), Giletta ha iniziato a giocare a calcio nella Sommarivese. Poi è cresciuto nei settori giovanili di Accademia Inter, Cheraschese e Chisola. Nelle ultime due stagioni ha militato nella Polisportiva Santa Maria Cilento, con cui ha vinto il campionato di Eccellenza e nelle cui fila ha esordito in D. Giletta arriva a Sanremo anche in considerazione dell’infortunio del portiere biancoazzurro Gennaro che nei prossimi giorni dovrà essere operato al menisco. La Sanremese non ha perso tempo e si è assicurata un elemento di sicuro avvenire.

           Articolo pubblicato su SanremeseCalcio.it il 11/01/2021.

La Sanremese Calcio comunica che sarà Matteo Andreoletti il nuovo allenatore della prima squadra fino al termine della stagione 2020/21. Nato ad Alzano Lombardo in provincia di Bergamo il 30 gennaio 1989, ex portiere di Lecco, Atalanta, Pro Patria e Verbano, Andreoletti ha intrapreso giovanissimo la carriera di allenatore a Lecco prima da preparatore dei portieri e poi da tecnico delle giovanili. Ha già al suo attivo oltre 150 panchine in D con il Seregno e l’Inveruno. Proprio con l’Inveruno, due stagioni fa, si è distinto come uno dei profili emergenti migliori della categoria, conducendo i gialloblù prima al quinto posto nella regular season e poi alla vittoria finale nei play off per la prima volta nella loro storia, superando in semifinale proprio la Sanremese di mister Lupo e in finale il Ligorna. In questa nuova avventura alla Sanremese Matteo Andreoletti si avvarrà della collaborazione del tecnico in seconda Roberto Correale, del preparatore atletico Michele Giusti e del preparatore dei portieri Stefano Prato. Il nuovo trainer biancoazzurro dirigerà il primo allenamento domani pomeriggio al Comunale.

        COMUNICATO UFFICIALE IRRIDUCIBILI DEL 11/01/2021.

 

In riferimento all'esonero da parte della Società Sanremese Calcio dell'allenatore Alessio Bifini, il gruppo organizzato Irriducibili Sanremo vuole ringraziare il Mister per il lavoro svolto e vuole ribadire la propria stima nei confronti dello stesso, come uomo e come professionista. In questi ultimi anni non è il primo allenatore che dobbiamo salutare anticipatamente, ma in questo specifico caso l'amaro in bocca resta ancor di più, visto che abbiamo potuto vedere la "sua" Sanremese solo lontano dal Comunale, mai in trasferta e solamente in televisione. Sicuramente incitarla per 90 minuti con cori, sciarpe e bandiere a contatto diretto con i giocatori sarebbe stata tutta un'altra cosa. Le emozioni che si provano dal campo non sono lontanamente riproducibili. Anche e soprattutto per il Mister stesso che non ha potuto avere la gioia di festeggiare una vittoria  direttamente sotto la nostra Gradinata Nord o assistere a una delle coreografie che con tanta fatica abbiamo inscenato in questi anni. Ad un personaggio come Bifini, schietto e sanguigno , avrebbe fatto sicuramente piacere. Purtroppo è andata così, in un periodo infausto per tutti, anche queste piccole soddisfazioni sia per il Mister che per noi tifosi ci sono state negate. Bifini era già nel nostro cuore da tempo immemore, quando circa 20 anni fa vestì la nostra amata maglia. Oggi come allora nei suoi confronti nulla è cambiato. Possiamo solo augurare al "Bifo" buona fortuna per i suoi futuri impegni da allenatore.