PROSSIMO INCONTRO DI CAMPIONATO

CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( QUATTORDICESIMA GIORNATA )

                                   Genova - domenica 04/12/2016

               SPORTING RECCO                                      SANREMESE


                 Articolo pubblicato su Sanremonews il 30/11/2016.

Il difensore brasiliano della Sanremese, Matheus Joao Zanette, interviene in esclusiva sul dramma che ha coinvolto due giorni fa la squadra della Chapecoense, club che milita nel massimo campionato verdeoro. Nato a Curitiba nel 1997, il terzino della Sanremese lascia il suo parere sul terribile incidente aereo che ha coinvolto il club con tante vittime. "Mi è dispiaciuto tantissimo, anche perchè mio padre è di quella regione e abitavamo là vicino. Mi dispiace tanto di quello che è successo e leggendo le notizie mi veniva da piangere". "Da brasiliano l'ho vissuta male come tutti, anche perchè nessuno vuole che accada mai una cosa del genere. La Chapecoense era una squadra che puntava a fare bene e salvarsi nella Serie A brasiliana e quest'anno avevano anche raggiunto la finale della Coppa Sudamericana, una squadra che piaceva a tutti i tifosi brasiliano e paragonabile al Sassuolo in Italia. Io non ci ho mai giocato contro ma la seguivo". 

                 Articolo pubblicato su Sanremonews il 29/11/2016.

Ci sarebbe anche la Sanremese tra le pretendenti di Giacomo Demartis, il centrocampista ex Savona attualmente in forza al Grosseto, che pare prossimo ad abbandonare la Maremma. E' l'indiscrezione che trapela dalle pagine di GrossetoSport.com, secondo cui diverse società avrebbero messo gli occhi addosso a "Jack": Ancona, Viterbese e Sporting Recco. Ma i matuziani sembrano i favoriti nella corsa all'attuale capitano del Grosseto. L'apertura della finestra di mecato di Dicembre ci dirà di più.

     CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( TREDICESIMA GIORNATA )

                                   Sanremo - domenica 27/11/2016

                 SANREMESE  0                                         GAVORRANO  0


Sanremese e Gavorrano pareggiano 0-0 al termine di una partita che ha soddisfatto entrambi i tecnici, tanto per l’intensità di gioco (manifestatasi soprattutto nel primo tempo) quanto per come entrambe le compagini siano riuscite a tenere il campo. La squadra di mister Giancarlo Riolfo, per la seconda domenica consecutiva, scendeva in campo con cinque under. Nell’occasione Massolo (1996), Odigwe (1997), Anzaghi (1998), Bianco (1999) e Scalzi (1997). La prima conclusione dell’incontro arriva, da parte ospite, al 6’ con un tiro di Lombardi da dentro l’area che termina alto sopra la traversa. All’11’ bella azione biancazzurra sulla corsia di sinistra: tacco smarcante di Castellani per l’accorrente Palumbo che calcia sul primo palo, colpendo l’esterno della rete toscana. Due minuti dopo Scalzi, con un bel assolo personale, conquista una punizione dal limite dell’area. Si incarica della battuta Palumbo la sfera colpisce la barriera. La Sanremese ci crede e preme sull’acceleratore. Al 17’ punizione di Scalzi dalla sinistra per la testa dell’accorrente Castellani, con la palla che termina di poco fuori, all’altezza dell’angolino basso alla destra di Salvalaggio, proteso in tuffo. La prima frazione di gioco termina con una conclusione (al 39’) di Lombardi. Il numero 10 del Gavorrano si coordina bene per colpire dal limite dell’area una respinta della retroguardia sanremese ma la palla termina di poco a lato alla destra di Massolo. Il secondo tempo fa registrare un dominio territoriale della Sanremese. All’11’, nell’unica azione ospite della ripresa, un tiro cross di Boccardi dalla linea di fondo chiama in causa Massolo. Ma l’occasione più grossa del secondo tempo capita sul piede di Gaeta (entrato nella ripresa, perché nel corso della settimana ha accusato un attacco influenzale). Al 44’ bella combinazione sul settore di sinistra Negro-Scalzi, palla dentro per Gaeta ma la sua conclusione viene respinta da Salvadori.

                 Articolo pubblicato su Sanremonews il 21/11/2016.

Gli Irriducibili Sanremo vogliono esprimere il loro cordoglio per la scomparsa del maestro di boxe Dante Di Battista. Per otto anni la nostra sede è stata proprio al di sotto del suo laboratorio di chiavi in via Volta. Spesso ci passava a trovare raccontandoci aneddoti affascinanti legati alla sua grande esperienza nel mondo del pugilato. Esprimiamo la nostra vicinanza alla sua famiglia già colpita recentemente dalla scomparsa della moglie del caro Dante.

       CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( DODICESIMA GIORNATA )

                                   Sanremo - domenica 20/11/2016

                SANREMESE   3                     VALDINIEVOLE MONTECATINI   2


Al termine di una gara molto equilibrata e tirata la Sanremese ottiene una vittoria di grande importanza per il suo cammino in campionato. Un match al cardiopalma che, tra i tifosi con qualche capello bianco, ricorda lo storico 2-1 in rimonta dell’ultimo precedente tra Sanremese e Montecatini: quello del girone di ritorno del campionato 78/79, stagione conclusasi con la promozione in C1 dei biancazzurri matuziani. Al primo affondo la squadra di mister Giancarlo Riolfo (oggi in tribuna per squalifica) si trova sotto. Palla in verticale di Bigoni per Piscopo che, tutto solo davanti a Massolo, lo supera con un tocco morbido. Al 12’ uno schema su punizione libera al tiro Bigoni, ma il suo diagonale termina a lato. Un minuto dopo la Sanremese reagisce. Scalzi (di testa) riesce a servire Gaeta dentro l’area. L’attaccante, da ottima posizione, calcia debolmente e Biggeri blocca. Al 16’ conclusione di Scalzi da fuori area e palla fuori alla sinistra del portiere. Tre minuti dopo è ancora Scalzi a provarci da fuori area, ma la sua conclusione viene deviata in corner da Biggeri, protesosi in tuffo. Al 33’ un bel pallonetto di Piscopo dal limite del’area sfiora l’incrocio dei pali alla sinistra di Massolo. Al 38’ bella combinazione Palumbo-Scalzi-Gaeta con quest’ultimo che si fa murare la conclusione dal corpo di Biggeri. Il corner successivo viene battuto da Scalzi per la testa di Fiuzzi che fa da torre per Palumbo che scaraventa in porta la palla dell’1-1, punteggio sul quale si conclude la prima frazione di gioco. Il secondo tempo inizia con la Sanremese protesa alla ricerca della rete del 2-1. Palumbo ruba palla a un difensore avversario e dal limite dell’area tira un colpo da biliardo con la palla che va ad accarezzare il palo nell’anolono basso alla sinistra di un Biggeri vanamente proteso in tuffo. Un minuto dopo un tiro di Stampa da limite dell’area viene deviato in tuffo da Massolo. Al 16’ un punizione dal limite di Cabeccia termina di poco sopra la traversa. Tre minuti dopo è ancora Scalzi, al termine di una bella azione personale, a provarci da fuori area ma la sua conclusione finisce a lato. Al 26’ batti e ribatti in area sanremese con Giordano che è il più lesto di tutti a scaraventare in rete il gol del 2-2. I biancazzurri gettano il cuore oltre l’ostacolo e al 33’ Scalzi, in posizione di ala sinistra, centra una cross per la testa di Gaeta che, con uno stacco imperioso, mette dentro il gol della vittoria. Ora la Sanremese è a tre punti dal terzetto che si divide il primato del Girone E di Serie D: Lavagnese, Massese e Gavorrano, con quest’ultimo che, domenica prossima, sarà di scena al “Comunale” di Sanremo per il big match della tredicesima giornata di andata.

       CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( UNDICESIMA GIORNATA )

                                   Savona - domenica 13/11/2016

                    SAVONA    2                                           SANREMESE   2


Una Sanremese rimaneggiata e con qualche acciaccato esce con un prezioso 2-2 dal “Valerio Bacigalupo” nel derby contro il Savona e mantiene l’imbattibilità. Al 5’ il signor Di Graci concede ai padroni di casa il primo calcio di rigore della giornata. Sugli sviluppi di un disimpegno errato della retroguardia matuziana, sulla corsia di destra della difesa biancazzurra, Pasqualini centra una palla che Zanette tocca con il braccio. Dal dischetto si presenta Nappello, ma Massolo è bravo a respingere la sua conclusione. Al 19’ cross di Sirigu dalla sinistra, Prisco, in uscita plastica, perde la palla, sulla quale si avventa Gaeta, ma la sua conclusione è ribattuta da un difensore. Tre minuti dopo arriva il vantaggio del Savona. Conclusione dal limite dell’area di Murano, Massolo devia in tuffo, irrompe Nappello che mette dentro la rete dell’1-0. Al 24’, sugli sviluppi di un cross dalla destra di Zanette, Castellani viene anticipato da un difensore che si rifugia in corner. Alla mezzora una conclusione di Nappello dal limite dell’area della Sanremese termina di poco alta sulla traversa. È l’ultimo sussulto del primo tempo. L’inizio della ripresa vede il Savona spingere sull’acceleratore. Dopo due soli minuti di gioco, in seguito a un disimpegno errato della difesa ospite, Nappello centra per Murano che, tutto solo in mezzo all’area, colpisce la palla di testa, mandandola alta. Sempre Murano, al 6’, scattato sul filo del fuorigioco, si presenta tutto solo davanti a Massolo, in un primo momento riesce a saltarlo, ma si allarga troppo e non conclude subito, dando il tempo al portiere della Sanremese di recuperare la posizione e sbrogliare la situazione. Al 21’ Gagliardi viene atterrato in area da Glarey: calcio di rigore che il neo-entrato Scalzi trasforma con sicurezza. Tre minuti dopo fallo di Negro su Nappello in area sanremese e terzo penalty della partita (il secondo per il Savona). Da dischetto di presenta Murano che spiazza Massolo mandando la palla nell’angolino basso alla destra dell’estremo difensore matuziano. La Sanremese non si abbatte e reagisce. Al 29’ cross di Taddei per la testa di Gaeta, Prisco blocca a terra. È il preludio del gol. Al 35’ su un corner tagliato battuto da Scalzi, Gaeta salta più alto di tutti e manda la palla nell’angolo alla destra dell’immobile Prisco. Al 43’ Gagliardi entra in area dal vertice destro e fa partire un tiro parato in due tempi dal portiere savonese. Nei minuti di recupero una punizione di Taddei viene respinta di testa da un difensore bianco-blu. La sfera termina sui piedi di Gaeta che fa partire un gran tiro dal limite dell’area che sfiora il palo alla sinistra di Prisco, proteso in tuffo. È l’ultima occasione di questo bel derby.

LA GRADINATA NORD SANREMO, COME GIA' RIBADITO, ORGANIZZA UN PULLMAN PER LA TRASFERTA DI DOMENICA 13/11/2016 A SAVONA.
PREZZO DEL PULLMAN EURO 10,00 + PREZZO DEL BIGLIETTO EURO 10,00.  CONSIDERATO CHE IL BIGLIETTO DELL'INCONTRO SARA' NOMINALE E' NECESSARIO FAR PERVENIRE ANCHE LUOGO E DATA DI NASCITA DI COLORO CHE VOGLIONO ASSISTERE ALLA PARTITA.
LA PARTENZA DAVANTI ALLO STADIO COMUNALE RESTA FISSATA PER LE ORE ORE 12.30.
PER PRENOTAZIONI RIVOLGERSI AL MUSEO DELLA SANREMESE PRESSO LO STADIO COMUNALE LUNEDI', MERCOLEDI' E SABATO DALLE ORE 17.15 ALLE ORE 19.00.

              Articolo pubblicato sul sito del Savona fbc il 09/11/2016.

I biglietti per il Settore Ospiti, saranno acquistabili al prezzo UNICO di 10,00 Euro ENTRO le ORE 19.00 di SABATO 12 novembre 2016 tramite vendita attraverso il sito www.boxol.it oppure presso la Tabaccheria Nesti, Via Cavour 25r, Savona.

NON SARA' POSSIBILE ACQUISTARE IL BIGLIETTO DEL SETTORE OSPITI DIRETTAMENTE ALLO STADIO.

I tifosi OSPITI che si recheranno domenica alla gara sprovvisti del tagliando, potranno acquistare il biglietto di TRIBUNA direttamente alla biglietteria sita in via Chiabrera.

                 Articolo pubblicato su Sanremonews il 09/11/2016.

Si è espresso questa mattina il Giudice Sportivo emettendo un verdetto abbastanza severo. Ad essere stati squalificati sono il mister Giancarlo Riolfo per due turni con la seguente motivazione: “Allontanato per proteste nei confronti dell’Arbitro, alla notifica del provvedimento disciplinare rivolgeva espressioni irriguardose all’indirizzo del Direttore di gara”, e Marco Cabeccia a causa della doppia ammonizione rimediata nella partita contro la Fezzanese. Anche il Savona, avversario nella sfida di domenica, dovrà a fare meno di un giocatore per squalifica. Si tratta di Federico Ferrando, espulso per doppia ammonizione nella partita contro il Real Forte Querceta.

            CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( DECIMA GIORNATA )

                                   Sanremo - domenica 06/11/2016

                 SANREMESE   3                                       FEZZANESE   3


Con il secondo pareggio casalingo per 3-3 della stagione (l’altro è stato contro il Ligorna) la Sanremese prolunga la serie positiva di risultati che la vede come l’unica squadra del Girone E di Serie D ancora imbattuta. Al 2’ un’azione personale di Cragno portava quest’ultimo a una conclusione dal limite dell’area che sfiorava il palo alla destra di Massolo. Al 5’ Sanremese in vantaggio. Bello spunto di Palumbo sulla sinistra che si conclude con un tiro respinto da Otranto Godano, sugli sviluppi dell’azione irrompe Bianco che con un gran tiro di destro mette dentro la palla del momentaneo 1-0. Al 9’ cross dalla destra di Negro, girata di testa di Sirigu con la sfera che termina di poco fuori alla sinistra dell’estremo difensore della Fezzanese. Passano cinque minuti e la formazione spezzina pareggia. Cragno approfitta di un’indecisione della retroguardia biancazzurra e, tutto solo davanti a Massolo, segna la rete pari. Al 34’ calcio d’angolo battuto da Cabeccia, colpo di testa di Castellani e palla di poco a lato. Al 37’ sugli sviluppi di un “batti e ribatti” all’interno del’area di rigore della Sanremese, irrompe Grasselli che con un preciso diagonale manda la palla nell’angolino basso alla destra di Massolo. La Sanremese, per la prima volta dall’inizio di questo campionato, si trova in svantaggio. Un minuto dopo una bomba di Taddei da fuori area termina di poco alto. Sul finire del primo tempo Cragno non riesce a concretizzare un contropiede. La ripresa si apre con il pareggio della Sanremese. Cross di Palumbo dalla destra, Bianco svirgola la palla che termina sui piedi di Gaeta che la scaraventa in rete la palla del 2-2. Al 5’ Castellani, dal limite dell’area, sfiora l’angolo basso alla sinistra del portiere della Fezzanese. La Sanremese insiste e al 10’ un gran tiro di Taddei dal limite dell’area colpisce il palo esterno alla sinistra di Otranto Godano. Due minuti dopo un contropiede della Fezzanese favorisce il solito Cragno che, in posizione di ala destra, mette una palla bassa per Baudi che, a porta sguarnita, deposita in rete il gol del momentaneo 3-2 per la Fezzanese. La Sanremese getta il cuore oltre l’ostacolo. Al 15’ ci prova Palumbo con una conclusione dal limite dell’area: palla alta sulla traversa; al 20’ cross dalla destra di Zanette per la testa di Gaeta, ma la sfera termina di poco fuori. È il preludio del gol. Al 30’ Taddei, con una conclusione dal vertice dell’area degna del miglior Del Piero, manda la palla all’incrocio dei pali alla sinistra di Otranto Godano, vanamente proteso in tuffo. Nei minuti di recupero c’è ancora tempo per registrare l’espulsione di Cabeccia per doppia ammonizione. Sugli sviluppi della punizione concessa per il secondo fallo commesso da Cabeccia, Massolo vola a deviare la conclusione sopra la barriera di Lamioni. Nell’ultimo minuto di recupero, la Sanremese avrebbe la palla buona per segnare la rete del 4-3, ma la sfera danza a pochi metri dalla porta Fezzanese senza che nessuno dei giocatori biancazzurri riesca a metterla in fondo al sacco. Dopo quattro minuti di recupero il signor Emmanuele di Pisa fischia la fine della partita.

            CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( NONA GIORNATA )

                                   Massa - domenica 30/10/2016

     REAL FORTE QUERCETA   0                             SANREMESE   0


La Sanremese mantiene l’imbattibilità dopo nove giornate di campionato, tornando con un prezioso 0-0 dalla trasferta di Massa contro il Real Forte Querceta. Il primo tempo è piacevole, con la squadra biancazzurra che tiene bene il campo i la compagine toscana che cerca di rubar palla e ripartire in contropiede. Dopo 3’, sugli sviluppi del primo calcio d’angolo della partita, Falchini manda la palla sopra la traversa con un colpo di testa. All’undicesimo è Palumbo, con un tiro dal limite dell’area, a obbligare Fonsato alla deviazione in angolo. Un’altra conclusione simile a quella di Palumbo arriva al 28’ ad opera di Gaeta che, con una conclusione da fuori, sfiora il palo alla destra del portiere del Real Forte Querceta. Al 35’ Falchini, innescato da Rossi, calcia da buona posizione, Massolo para in due tempi. Dopo due minuti di recupero il signor Maninetti di Lovere manda le due squadre negli spogliatoi a bere un the caldo. La ripresa si apre con un miracolo di Massolo, bravo a deviare (con un colpo di reni) una conclusione dal limite dell’area piccola al volo del solito Falchini. Il Real Forte Querceta ci crede e all’8 un gran tiro di Fabio Biagini dalla lunetta dell’area centra la traversa. Al 28’ Massolo respinge un colpo di testa di Cauz su cross dalla destra di Rossi innescato da Chianese. Un minuto dopo una conclusione del limite dell’area di Palumbo viene bloccata a terra da Fonsato. Al 31’, sugli sviluppi di un corner, Rossi ha la palla buona tra i piedi ma, da due passi, la spara sul corpo di Massolo. Al 37’, su un cross dalla destra di Petri, Ferretti, con un colpo di testa, centra il palo alla destra dell’estremo difensore biancazzurro. Nel finale la Sanremese non riesce a concretizzare qualche contropiede.

                 Articolo pubblicato su Sanremonews il 28/10/2016.

Enrico Vella ha vissuto tanti momenti da protagonista allo stadio "Comunale" di Sanremo con la maglia biancazzurra. Domenica ci tornerà da allenatore, sulla panchina del suo Sanremo 80, nella stracittadina contro la Virtus Sanremo. Ecco le sue impressioni sul derby che si disputerà dopodomani alle 14.30: "Nel nostro piccolo, visto che giochiamo in Seconda Categoria, sarà una partita bella da giocare, e che susciterà sicuramente curiosità perchè in campo ci saranno tanti ragazzi di Sanremo, alcuni dei quali che si conoscono molto bene. Sarà la nostra unica casalinga stagionale al "Comunale", dato che il nostro campo di casa è Pian Di Poma. Noi non vogliamo dare fastidio a nessuno, cercheremo di comportarci bene nel rispetto di chi il campo lo usa e lo userà per il resto della stagione: nonostante siamo in Seconda Categoria, non siamo "zappatori", gente che sa giocare a calcio c'è, e che anche in un campo in erba sapranno fare il loro. Per me è sempre un'emozione particolare entrare su quel terreno di gioco, ci ho vissuto gli anni più belli e so che i ragazzi che giocheranno domenica saranno felici di farlo su quel terreno, che ha una sua storia importante e al quale auguro presto di riaffacciarsi almeno a una Lega Pro".

                 Articolo pubblicato su RivieraSport il 27/10/2016.

Prima sconfitta stagionale che è arrivata solamente ai calci di rigore, in una partita da dentro o fuori, in Coppa Italia a Viareggio. Nonostante questo, il presidente matuziano Renato Bersano ha di che sorridere dopo la partita dei suoi ragazzi ieri in Versilia: "I ragazzi hanno giocato un'ottima partita, potevamo vincerla nei 90 minuti, poi siamo arrivati fino ai rigori che, si sa, sono sempre una lotteria. Abbiamo onorato la Coppa Italia, come si dovrebbe fare. Purtroppo quest'anno la vittoria del trofeo non portava benefici di salti di categoria come ci è successo l'anno scorso. Sono comunque soddisfatto perchè alcuni giovani interessanti hanno avuto la possibilità di mettersi in mostra e hanno fatto molto bene. Questo è di buon auspicio per continuare il campionato nel modo in cui lo stiamo affrontando". Peccato per aver perso l'imbattibilità stagionale, ma se ci son voluti 8 rigori per piegare la Sanremese, in campionato ci vorrà ben altro per avere ragione di una squadra solida e in un buon momento di forma.

                   COPPA ITALIA SERIE D ( SEDICESIMI DI FINALE )

                                 Viareggio- Mercoledì 26/10/2016

                VIAREGGIO   9                                        SANREMESE   8    

                                        ( dopo i calci di rigore )             


La Sanremese esce dalla Coppa Italia di Serie D dopo una lunga sequenza di calci di rigore. Passa il Viareggio che, agli Ottavi di finale, troverà sulla sua strada il Montecatini, anch’esso qualificatosi ai rigori (contro il Ghivizzano). Il primo tiro in porta della partita arriva al 7’ con Bruzzi che, da limite dell’area, impegna Palmieri, costringendolo a deviare la palla in angolo. Al 16’ è ancora Buzzi a provarci dalla distanza, ma la sfera termina alta sulla traversa. La Sanremese ha l’occasione per passare in vantaggio al 34’. Palumbo si libera bene in area ma il suo diagonale termina di poco a lato alla sinistra di Cipriani. Un minuto dopo Minichino calcia a lato da buona posizione. La ripresa si apre con il vantaggio del Viareggio. Il gol dei padroni di casa arriva al 4’: cross dalla sinistra di De Magistris per la testa di Chicchiarelli che spizzica sul secondo palo alla sinistra di Palmieri. Al 10’ una conclusione di Buzzi dal limite dell’area termina di poco alta sulla traversa. Da quel momento in poi la Sanremese inizia a premere sull’acceleratore e al 16’ trova il gol del pareggio: lancio in verticale di Taddei per Vitiello che, con un pallonetto di ginocchio, scavalca Cipriani in uscita. Al 19’ bella combinazione Taddei-Palumbo-Castellani, con quest’ultimo che conclude su Cipriani in uscita bassa. Sugli sviluppi dell’angolo successivo una conclusione di Cabeccia termina di poco sopra la traversa la deviazione di un giocatore del Viareggio. Al 26’ una bella azione personale di Taddei si conclude con un tiro dai venti metri del centrocampista biancazzurro che costringe Cipriani alla deviazione in angolo in tuffo. Al 33’, sugli sviluppi di un corner, la palla buona capita sui piedi di Monteleone ma la sua conclusione termina a lato. L’ultima occasione della Sanremese per chiudere la gara prima dei calci di rigore capita al 43’ a Cabeccia. Il difensore centrale della Sanremese, ben imbeccato da Taddei, calcia debolmente tra le braccia di Cipriani. Al secondo minuto di recupero, in previsione dei calcio di rigore, Riolfo cambia i portieri, mandando in campo Massolo al posto di Palmieri. L’estremo difensore riuscirà a parare due penalty, ma la sua performance non basterà ad avere la meglio dei Viareggio nella lotteria dei tiri dagli undici metri.

                 Articolo pubblicato su Sanremonews il 25/10/2016.

Domenica la contestazione dei tifosi per lo spauracchio della concessione del ‘Comunale’ al Sanremo ’80, società nata in estate e che milita nel campionato di Seconda Categoria. Dalla gradinata è comparso uno striscione, nel mirino dei supporters l’Assessore allo Sport Eugenio Nocita. È il momento, quindi, di fare chiarezza sulla vicenda che, da sempre, accompagna i destini sportivi delle società calcistiche matuziane. Giocare o non giocare al ‘Comunale’? Abbiamo contattato il consigliere Giuseppe Faraldi, titolare della delega allo stadio, il quale ci ha garantito che l’impianto sarà concesso al Sanremo ’80 e alla Virtus Sanremo solo per il derby in programma domenica prossima. E la stessa cosa succederà nel girone di ritorno. Due partite in un anno. Per le restanti domeniche il ‘Comunale’ sarà sempre e solo della Sanremese. “L’Amministrazione vuole valorizzare tutto il calcio cittadino ma, ovviamente, la Sanremese ha l’esclusiva dello stadio – spiega ai nostri microfoni il consigliere Faraldi – l’indirizzo mio e dell’Amministrazione è quello di concedere il ‘Comunale’ a Sanremo ’80 e Virtus Sanremo solo per il derby nell’ottica di mettere in mostra anche le altre due società della zona. Ma, per il resto, il ‘Comunale’ è solo per la Sanremese. E stiamo declinando anche altre proposte di società o associazioni per partite di vario genere”.

                 Articolo pubblicato su Sanremonews il 23/10/2016.

In considerazione degli incidenti avvenuti durante la gara di campionato giocata al “Comunale” di Sanremo lo scorso 11 settembre, la Prefettura di Lucca, per la partita di Coppa Italia in programma mercoledì 26 ottobre allo stadio “Torquato Bresciani” di Viareggio, ha vietato la vendita dei biglietti a tutti i residenti in provincia di Imperia.

              CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( OTTAVA  GIORNATA )

                                 Sanremo - domenica 23/10/2016

                SANREMESE   4                                      GHIVIZZANO   1


Seconda vittoria consecutiva per la Sanremese che, dopo il successo in casa del Sestri Levante, sale al terzo posto della graduatoria, in condominio con il Real Forte Querceta (avversario di domenica prossima) e Montecatini. Parte subito bene la squadra di Giancarlo Riolfo che trova il gol del vantaggio dopo due minuti di gioco. Bella discesa sulla sinistra di Castellani, l’attaccante centra sul secondo palo per l’accorrente Gaeta che, in tuffo di testa, mette dentro la rete dell’1-0 e trova il suo primo gol con la maglia biancazzurra. Il raddoppio matuziano arriva al 12’. Lancio in verticale per la testa di Gaeta che spizzica per l’accorrente Gagliardi, bello spunto personale del trequartista matuziano e conclusione di sinistro che va a infilarsi nell’angolino basso alla sinistra di Giusti. La Sanremese controlla bene la gara ma il Ghivizzano trova il gol alla prima conclusione nello specchio della porta biancazzurra. Si tratta di un vero e proprio eurogol di Cristiano (il migliore dei suoi) che, al volo di sinistro, mette dentro un cross dalla destra di Bozzi, mandando la sfera all’incrocio dei pali alla sinistra dell’incolpevole Massolo. I toscani prendono coraggio. Al 33’ un tiro da fuori di Fischetti finisce alto; al 38’ lo stesso Fischetti (sempre dalla distanza) manda, per la seconda volta nel giro di cinque minuti, la palla alta sulla traversa. Il primo tempo si chiude con la Sanremese in vantaggio per 2-1. Nella ripresa il Ghivizzano ha l’occasione buona per pareggiare ma Massolo si oppone alla grande al colpo di testa di Cristiano. Un minuto dopo Gaeta, con una conclusione dalla distanza, obbliga Giusti alla deviazione. Al 19’ Gaeta è sempre pericoloso con un bel diagonale che termina di poco a lato. È il preludio della terza rete biancazzurra. Al 29’ Cabeccia, con una punizione simile a quella calciata da Pjani? in occasione della rete annullata durante Milan-Juve, porta il punteggio sul 3-1. Il Ghivizzano ci prova ancora con Cristiano. Lanciato in verticale supera Massolo in uscita bassa e centra in mezzo per i suoi avanti ma Cabeccia è bravissimo a liberare di testa. Al 29’ l’espulsione di Fischetti per un fallaccio su Cabeccia, di fatto, toglie alla formazione toscana ogni velleità di rimonta. C’è ancora tempo per la doppietta di Gaeta. Il bomber della Sanremese riceve ancora una volta palla da Castellani che, in posizione di ala sinistra, centra per il compagno accorrente che, tutto solo, deposita (questa volta di piede) la sfera in fondo al sacco.

                 Articolo pubblicato su Sanremonews il 17/10/2016.

Sono già stati identificati, grazie alle immagini delle telecamere i due ultras che hanno preso parte ai tafferugli avvenuti ieri in occasione della partita di serie D allo stadio di Sestri Levante fra la squadra locale e la sanremese. Si tratta di un sestrese tifoso della compagine locale e uno dell'Entella, abitante a Chiavari ed accorso a sostenere i tifosi di Sanremo, visto il gemellaggio tra le due tifoserie. I due ultras, oltre a rischiare una denuncia si vedranno recapitare un ‘Daspo’, il divieto di assistere alle partite di calcio, con la possibilità dell'obbligo di firma in un ufficio di polizia prima e durante la gara. A causa degli scontri avvenuti ieri un agente di polizia municipale di Sestri Levante, nel tentativo di fermare i due facinorosi, ha riportato una lieve contusione al volto.

Nel numero 359 del 14/10/2016 di Fan's Magazine si parla dei DASPO comminati agli ultras matuziani e viareggini dopo i tafferugli di Sanremo del 11/09/2016.

 CLICCARE QUI per leggere l'articolo.

          CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( SETTIMA  GIORNATA )

                                   Sestri - domenica 16/10/2016

            SESTRI LEVANTE   0                                   SANREMESE   1


Primo successo esterno in campionato per la Sanremese che, grazie a un gol di Castellani, espugna il “Sivori” di Sestri Levante, replicando l’1-0 della gara di Coppa Italia giocata al “Comunale” di Sanremo. Dopo una ventina di minuti senza grandi occasioni, la prima occasione arriva al 22’ con un colpo di testa di Sirigu che impatta bene un calcio d’angolo di Scalzi, ma la palla termina di poco alta sulla traversa. Al 34’ è lo stesso Scalzi a provarci dal limite dell’area, Dondero para in due tempi, anticipando dopo il primo intervento l’accorrente Castellani. È il preludio del gol. Al 36’ Taddei scodella una palla perfetta sul secondo palo per Castellani che si avventa sulla sfera e segna l’1-0. La prima frazione di gioco si conclude con un’occasione per parte: prima Addiego Mobili è bravo a rubare la palla a Sirigu, entrare in area e calciare un diagonale ben deviato da Massolo e poi una bella combinazione Taddei-Castellani-Gaeta porta quest’ultimo a impegnare Dondero con un diagonale. La ripresa si apre con il Sestri Levante che entra in campo determinato a trovare il gol del pareggio. Al 3’ Ianniello centra il palo alla sinistra di Massolo con una conclusione dal limite dell’area; al 9’ una punizione dal limite di Addiego Mobili sorvola la traversa. La Sanremese al 14’ raddoppia ma il signor Dell’Erario di Livorno inspiegabilmente annulla. Corner di Gagliardi dalla sinistra della porta del Sestri Levante, Dondero perde malamente il pallone, Gaeta insacca a porta vuota, ma il direttore di gara fischia un’inesistente carica sul portiere. al 24’ ci prova ancora Gaeta che imbatta bene di testa un cross dalla sinistra di De Biasi ma questa volta Dondero si fa trovare pronto e blocca in tuffo con un plastico intervento. Un minuto dopo è bravo Massolo ad anticipare Campazo con un’uscita bassa. L’ultimo sussulto arriva al 35’ con un cross di Addiego Mobili per la testa di Oneto che non riesce a concludere nello specchio della porta. Il restante quarto d’ora (dieci minuti di tempo regolamentare e cinque di recupero) non fa registrare particolari sussulti e la Sanremese è corsara in casa dei “Corsari”.

                 Articolo pubblicato su Sanremonews il 14/10/2016.

Il problema del bagno nel settore ospiti dello stadio ‘Comunale’ è in via di risoluzione. La ditta che si è fatta carico dei lavori inizierà l’intervento all’inizio della prossima settimana e sarà pronto per la prossima gara interna contro il Ghivizzano in programma domenica 23 ottobre. La questione dei ritardi nei lavori per la sistemazione dei bagni al ‘Comunale’ trova le proprie radici in un intoppo burocratico di qualche settimana fa. “Abbiamo fatto la gara d’appalto per la ristrutturazione dei bagni ed è andata a buon fine, ma l’azienda non aveva i documenti in ordine e il 19 di settembre ha declinato – ha spiegato ai nostri microfoni il consigliere comunale Giuseppe Faraldi – ora abbiamo assegnato i lavori alla ditta che si era classificata seconda”. I lavori, quindi, prenderanno via presto e, senza dubbio, per il 23 di ottobre il settore ospiti sarà dotato di bagno. L’intervento non è particolarmente impegnativo, si tratta solo di un lavoro di sistemazione dei servizi già esistenti. Più massiccio l’incarico per i bagni della tribuna che saranno sistemati subito dopo quelli del settore ospiti.

                 Articolo pubblicato su RivieraSport24 il 11/10/2016.

Nuova avventura professionale per Roberto Cevoli, l’ex difensore di Modena e Torino ed ex allenatore della Sanremese, con la quale ha vinto la storica Coppa Italia Eccellenza nella passata stagione, sbarca in Albania, dove allenerà nella massima serie. Cevoli ha firmato un contratto biennale con il KS Teuta Durres e nel suo staff avrà un preparatore italiano: Marco Torelli.

             CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( SESTA  GIORNATA )

                                 Sanremo - domenica 09/10/2016

                 SANREMESE   3                                           LIGORNA   3


Un 3-3 che lascia l’amaro in bocca in casa Sanremese. Un rammarico acuito dal fatto di essere stata per due volte in vantaggio con due gol di scarto. La squadra di Riolfo parte molto bene e tra l’8 e l’11’ minuto si trova subito sul 2-0. All’8’ un calcio di punizione dalla trequarti di Cabeccia pesca Caboni dentro l’area che con un tiro al volo di sinistro manda la palla sul palo più lontano per il vantaggio matuziano. Poco dopo è ancora Caboni protagonista, conquistando un calcio di punizione che lo costringerà ad uscire per infortunio. Sul punto di battuta si porta ancora una volta Cabecca. Il capitano della Sanremese calcia la sfera sul palo più lontano e si insacca (forse con una deviazione) alla sinistra di Pulidori. Il Ligorna si scuote e al quarto d’ora ci prova con Rebecca su punizione ma la palla va alta. Al 19’, sugli sviluppi di uno dei tanti corner guadagnati dai genovesi, Brizzi calcia al volo ma la palla (deviata) termina di poco a lato. Sul calcio d’angolo successivo Brizzi serve Rebecca che, tutto solo davanti a Massolo, fa secco l’estremo difensore biancazzurro. Al 27’ un tiro al volo dal limite dell’area di Crafa impegna severamente Massolo che con la mano aperta manda la palla in angolo, compiendo un grande intervento. Il primo tempo termina sul 2-1 in favore della Sanremese. I ragazzi di Riolfo partono bene anche nella ripresa e al quarto d’ora si trovano in vantaggio: corner di Cabeccia, tiro al volo di Negro e palla nell’angolino basso alla sinistra di Pulidori. Al 16’ Gaeta ci prova con un tiro dal limite dell’area ma la palla termina di poco alta. Al 23’ punizione di Cabeccia sopra la barriera, Pulidori vola a deviare. La Sanremese controlla agevolmente la partita ma al 25’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo regalato è Vassallo a svettare più alto di tutti e a mandare la palla nell’angolo basso alla sinistra di Massolo. Il Ligorna ci crede e al 33’ perviene al pareggio. Punizione laterale, testa di Gallotti e palla in rete. La Sanremese prova a reagire e nei minuti di recupero sfiora il gol del 4-3 in almeno due occasioni. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Castellani fa una buona torre di testa per Palumbo, ma la conclusione di quest’ultimo viene ribattuta da un difensore; 30 secondi dopo è Castellani ad avere sui piedi la palla buona per segnare il gol che avrebbe dato i tre punti ai matuziani, ma la sua conclusione termina a lato. Nell’ultimo minuto di recupero c’è ancora spazio per le proteste dei matuziani a causa di un atterramento di Palumbo da parte di Pulidori, ma il signor Scarpa di Collegno ritiene che l’estremo difensore ospite abbia prima toccato la palla. 

           CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( QUINTA  GIORNATA )

                                 Grosseto - domenica 02/10/2016

                  GROSSETO   1                                        SANREMESE   1


Pareggio in terra toscana per la Sanremese che torna con un 1-1 dal “Carlo Zecchini” di Grosseto. Il primo sussulto c’è al 7’ del primo tempo con un corner battuto da Demartis che imbecca fuori dall’area biancazzurra Casini, il quale, con un tiro dal limite, centra la traversa. Al 13’ esce Odigwe per infortunio. Al suo posto entra Zanette. Al 17’ calcio di rigore per la Sanremese. Uscita scomposta di Lanzaro che, con una gomitata, atterra Caboni lanciato a rete. Al di là del fallo da ultimo uomo c’è la violenza dell’intervento che costringerà l’attaccante biancazzurro a uscire alla fine del primo tempo e a essere trasferito in ospedale. Tre minuti dopo Cabeccia trasforma con sicurezza, spiazzando Lanzaro. Al 34’ Demartis ci prova dalla distanza: Massolo blocca a terra con sicurezza. Cinque minuti dopo, cross dalla sinistra di De Biasi per Gaeta che arriva leggermente in ritardo e non riesce a impattare la palla dal limite dell’area piccola. Nei minuti di recupero è Benucci a provare la conclusione da fuori ma la palla termina sul fondo. A inizio ripresa Sanna toglie Lanzaro per inserire il giovane Cancelli (classe 1998) e mette Draghetti al posto di Navas. Con un attaccante in più e arretrando Demartis sulla linea dei centrocampisti il Grossetto attacca subito la Sanremese e costringe Massolo a tre ottimi interventi nel giro di un minuto. Al 13’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Gaeta respinge fuori dall’area, irrompe Benucci di controbalzo, Massolo ci mette i pugni e devia. Al 33’ il pareggio di maremmani. Demartis dalla destra lancia per Sinigaglia che, di testa, la rimette in mezzo per lo stesso Demartis che di piatto la mette alle spalle dell’incolpevole Massolo. La Sanremese prova a reagire. Azione caparbia di Taddei che serve Palumbo dentro l’area ma la sua conclusione termina a lato. Maremmani in dieci uomini a causa dell’infortunio di Falconieri, uscito quando Sanna ha già effettuato i tre cambi. Al 41’ Massolo si supera su una conclusione al volo di Sinigaglia, deviando la sfera in calcio d’angolo. Il Grosseto resta in nove per l’espulsione di Rosania. Dopo tre minuti di recupero la partita termina sull’1-1.

                 Articolo pubblicato su SanremoNews il 30/09/2016.

La Sanremese Calcio comunica di aver tesserato il centrocampista Gianmarco Paulis. Nato a Cagliari il 20 marzo 1995, Paulis è cresciuto calcisticamente nel settore giovanile della società del capoluogo sardo. Terminata la trafila ha vestito le maglie di Terracina, Sammbenedettese e Losanna.

                 Articolo pubblicato su SanremoNews il 30/09/2016.

Gli Irriducibili Sanremo vogliono ricordare Gaetano Musella a tre anni dalla scomparsa. Un personaggio unico, amato da noi, dai tifosi partenopei e da quelli di tutte le squadre in cui ha militato. Si pensi che anche Rino Gaetano nella sua celebre canzone del 1978 “Nunteregghepiù” lo citava accanto a grandi del calcio con la rima “....... dribbla Causio che passa a Tardelli, Musella, Antognoni, Zaccarelli.....” . Cresciuto nelle giovanili del Napoli, esordì in maglia azzurra a gennaio 1978, e poi fu mandato in Serie C1 a Padova nel 1978-1979. La stagione seguente, tornato alla casa madre, entrò stabilmente nel giro della prima squadra e conquistò anche una maglia da titolare nella Nazionale Under-21. L’anno migliore per lui fu quello del 1980-1981, nella quale disputò tutti i 30 incontri del campionato, con 5 reti all’attivo (secondo marcatore dei partenopei dietro a Claudio Pellegrini ), e quando il Napoli arrivò a giocarsi lo scudetto, perdendolo alle ultime giornate. Giocò in azzurro anche la stagione seguente, conquistando un quarto posto in classifica, quindi fu ceduto. Passato al Catanzaro, che fu l’ultima sua squadra in Serie A dopo la retrocessione al termine della stagione 1982-1983, proseguì la carriera nelle serie inferiori in squadre come Bologna in Serie B e Nocerina, Ischia, Palermo e Juve Stabia in Serie C. Chiuse la carriera nel 1996 dopo una stagione tra i dilettanti col Latina. In carriera ha totalizzato complessivamente 89 presenze e 8 reti in Serie A e 50 presenze e 5 reti in Serie B. Appese le scarpette al chiodo, iniziò la carriera di allenatore con le giovanili del Napoli allenando poi formazioni di Serie D soprattutto in Campania tra cui la Sangiuseppese, la Puteolana, il Sorrento, la Casertana, l’Ercolanese e la Sanremese in Serie C2 nella quale ha allenato il figlio Alessandro. Ha anche guidato l’Isernia (nella stagione 1999-2000) e il Campobasso, dal quale si è dimesso il 20 gennaio 2009.

                 Articolo pubblicato su SanremoNews il 30/09/2016.

Sarà il Viareggio l'avversario della Sanremese nei sedicesimi di Coppa Italia di Serie D, in programma il prossimo 26 Ottobre. La sfida si giocherà in terra toscana, e sarà nuovamente con la formula dell'eliminazione diretta. La Sanremese è l'unica compagine ligure a essere ancora in corsa nella Coppa, dopo l'eliminazione ai trentaduesimi del Sestri Levante per mano dei matuziani, e della Fezzanese proprio ad opera del Viareggio, in un rocambolesco match deciso solo ai calci di rigore.

          COPPA  ITALIA  SERIE  D ( TRENTADUESIMI DI FINALE )

                                 Sanremo - mercoledì 28/09/2016

                  SANREMESE   1                                SESTRI LEVANTE   0


La Sanremese, con il minimo sforzo, porta a casa la partita con il Sestri Levante e supera i sedicesimi di Coppa Italia di Serie D. Successo meritato per gli uomini di Riolfo, che non hanno mai rischiato grossi attacchi e hanno più volte avuto la possibilità di chiuderla. Decide una rete di De Biasi al terzo minuto.

            CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( QUARTA  GIORNATA )

                               Sanremo - domenica 25/09/2016

                 SANREMESE   1                                        PONSACCO   1


La Sanremese viene raggiunta sull’1-1 dal Ponsacco grazie a un calcio di rigore molto dubbio, trasformato al 46’ da Papi. Molto discussa la direzione di gara del signor Stefano Frasca di Ragusa, non solo per il generoso penalty concesso alla formazione toscana, ma anche per la mancata espulsione di Lici (fallaccio su Caboni) e per il fatto di non aver concesso nemmeno un minuto di recupero nel primo tempo (nella prima frazione di gioco ci sono stati tre ammoniti) con la Sanremese lanciata in contropiede in superiorità numerica e per averne dati solo tre nel secondo, nonostante quattro cambi, quattro ammonizioni e parecchio tempo perso sia per un fallo in seguito al quale Lici è stato a terra per tre minuti sia per il tempo perso in occasione della concessione e della trasformazione del rigore. Ma veniamo alla cronaca. Al 6’ è bravo Massolo a deviare in angolo una girata di prima intenzione di Papi. Sugli sviluppi del corner il portiere biancazzurro esce e respinge di pugno innescando un contropiede che porta Gaeta a tu per tu con l’estremo difensore del Ponsacco. L’attaccante riesce a spiazzare Cirelli ma la sua conclusione esce di poco a lato. Al 9’ è Menichetti a impegnare Massolo con una conclusione da fuori area. Al 20’ un punizione dal limite di Palumbo sfiora il palo alla destra del’immobile Cirelli. La Sanremese preme sull’acceleratore e al 27’ è Scazli con un tiro di controbalzo dal limite dell’area a sfiorare l’incrocio dei pali alla sinistra del portiere rossoblu. Un minuto dopo una punizione di Scalzi attraversa lo specchio della porta toscana senza che nessuno riesca a insaccare la palla in rete. L’ultimo sussulto della prima frazione di gioco arriva al 30’ con una conclusione di Gaeta dal limite dell’area che termina di poco a lato alla sinistra di Cirelli. Il secondo tempo comincia così com’era finito con la Sanremese alla ricerca della rete del vantaggio. Al 10’ una bella combinazione Caboni-Gaeta-Caboni porta quest’ultimo davanti a Cirelli. L’attaccante biancazzurro prova a superarlo con un pallonetto, ma l’estremo difensore del Ponsacco è bravo a rimanere in piedi e a non farsi superare dalla sfera. Al 20’ un rimpallo favorisce Cagiano che arriva davanti a Massolo. L’attaccante toscano prova il superare il portiere della Sanremese ma il suo pallonetto termina di poco alto. Riolfo prova a rimescolare la carte con la doppia sostituzione mandando in campo al 22’ Castellani per Negro e De Biasi per Scalzi. Il doppio cambio porta i suoi frutti, con Castellani che, con un colpo di testa, porta in vantaggio la Sanremese. Il Ponsacco cerca il pareggio e il solito Papi impegna Massolo con un tiro dal limite: l’estremo difensore della Sanremese è bravo a smanacciare in angolo. Al 45’ la concessione del discusso rigore e al 46’ la trasformazione di Papi che mandava la palla nell’angolo basso alla destra di un Massolo che ha intuito la precisa conclusione.

       Articolo pubblicato su www.sanremesecalcio.it il 21/09/2016.

La Sanremese Calcio nel ricordare che, fino a domenica 25 settembre, prima della partita casalinga contro il Ponsacco, sarà possibile sottoscrivere gli abbonamenti per il campionato 2016/17, rende noti i prezzi dei biglietti per la gara di Coppa Italia contro il Sestri Levante che si disputerà mercoledì 28 settembre allo stadio “Comunale” ( inizio alle 15.00 ):

Tribuna centrale numerata 15 euro (ridotto 12 euro);

Tribuna laterale numerata 10 euro (ridotto 8 euro);

Gradinata 5 euro (non sono previste riduzioni).

 

Le riduzioni dei biglietti, oltre che per le canoniche categorie, verranno allargate a tutti gli abbonati.

                 Articolo pubblicato su SanremoNews il 20/09/2016.

Nel ricordare Pier Giorgio Bella, ex presidente nella stagione 98/99 in Serie C2, la Sanremese calcio porge le sue più sentite condoglianze alla moglie Imelda e alla figlia Valentina, per la grave perdita. La società biancazzurra domenica pomeriggio, allo stadio “Comunale”, prima della partita con il Ponsacco, ricorderà la sua figura.

                 Articolo pubblicato su SanremoNews il 20/09/2016.

Sono quattro i Daspo, di cui tre riguardano altrettanti tifosi di Sanremo, per i disordini avvenuti 10 giorni fa nei pressi dello stadio ‘Comunale’, in occasione della partita tra Sanremese e Viareggio. Come scrivono oggi Stampa e Secolo i DASPO, che vietano la partecipazione a qualsiasi evento sportivo, avranno la durata di un anno per due dei tifosi matuziani e di due per un terzo. Cinque anni di inibizione per il tifoso toscano. Denunciati anche altri tifosi per oltraggio, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

               CAMPIONATO SERIE D - GIRONE E ( TERZA GIORNATA )

                            Arma di Taggia - domenica 18/09/2016

             ARGENTINA ARMA   1                                SANREMESE   1


È finita 1-1 con la Sanremese costretta a disputare quasi tutto il secondo tempo in inferiorità numerica a causa di un’espulsione la sfida dell’“Ezio Sclavi” che vedeva la squadra allenata da mister Giancarlo Riolfo di fronte all’Argentina. Uno score che ricorda quello della gara di Coppa Italia, se non fosse che, in quell’occasione, è statala Sanremese ad acciuffare il pareggio nel finale. La prima occasione arriva al 15’ del primo tempo con Caboni che, sulla sinistra, supera in velocità Castaldo e serve Palumbo. Il trequartista biancazzurro calcia da ottima posizione ma Tos si butta a terra e con il corpo riesce a salvare la sua porta. Al 21’ l’occasione buona capita all’Argentina. Sugli sviluppi di un errato disimpegno della retroguardia matuziana, Lo Bosco si trova tutto solo davanti a Massolo, ma calcia sul portiere in uscita bassa. La palla viene ripresa da Colantonio che colpisce a colpo sicuro ma Sirigu salva a portiere battuto. L’ultimo sussulto del primo tempo capita al 33’ con Gaeta, innescato da Bianco: l’attaccante della Sanremese, da dentro l’area, calcia in diagonale, ma Manis blocca con sicurezza. All’inizio della ripresa l’episodio che condiziona tutto il resto della gara: l’espulsione di Sirigu. Il difensore della Sanremese, per un’entrata in scivolata in cui cadono due avversari, si è visto sventolare in faccia dal signor Testi di Livorno il rosso diretto: decisione contestata dai biancazzurri. A questo punto mister Riolfo corre ai ripari, togliendo un attaccante (Gaeta) e inserendo un difensore (Negro). Nonostante l’inferiorità numerica la Sanremese passa in vantaggio al quarto d’ora. Lancio in verticale di Palumbo per Caboni, Tos tocca la palla all’indietro per Manis, non accorgendosi che il portiere è uscito dai pali. L’estremo difensore dell’Argentina viene scavalcato dalla sfera, ne approfitta Caboni che, a porta sguarnita, deposita il pallone in rete, segnando così il suo primo gol in questo campionato. Al 32’ è Massolo ad opporsi con una grande parata a una punizione dal limite dell’area di Costantini. Il portiere della Sanremese sradica letteralmente dall’incrocio dei pali un pallone calciato magistralmente sopra la barriera. Al 36’ è ancora Costantini ad avere la palla buona dentro l’area, ma Anzaghi si tuffa e devia la sfera con il corpo mandandola in calcio d’angolo. Il gol del definitivo 1-1 arriva al 40’: corner battuto corto da Balla per Costantini che centra per l’accorrente El Khayari che la mette dentro da due passi.

                 Articolo pubblicato su SanremoNews il 16/09/2016.

Indagini della Digos in corso per identificare i responsabili di alcuni scontri isolati verificatasi prima dell’incontro tra Sanremese e Viareggio. Come scrivono su La Stampa ed Il Secolo XIX, a causare questi tafferugli sarebbe stata l’azione isolata di qualche tifoso, mentre gli ultras delle due squadre hanno tenuto un comportamento corretto. Sono al vaglio della Digos i filmati del sistema di videosorveglianza della struttura sportiva per poi passare ai provvedimenti di allontanamento dagli stadi.  

       Articolo pubblicato su www.sanremesecalcio.it il 16/09/2016.

È sempre più stretta la sinergia tra la scuola calcio e la prima squadra della Sanremese. A partire da martedì prossimo, infatti, alcuni giocatori della prima squadra saranno presenti alle sedute di allenamento della scuola calcio per affiancare i tecnici del settore giovanile. I giocatori che presenzieranno martedì sono Marco Cabeccia, Luca Caboni, Cosmo Palumbo, Giampaolo Sirigu e Max Taddei. «Far interagire scuola calcio e settore giovanile è una bellissima iniziativa per avvicinare i nostri ragazzi alla conoscenza dei giocatori e dell’ambiente della prima squadra. Questo per far sì che la Sanremese sia sempre di più una cosa unica tra le sue varie componenti», ha dichiarato il responsabile del settore giovanile, Fabio Lazzerini. L’iniziativa andrà avanti per tutto l’arco della stagione calcistica 2016/17.